Bulldog: Mrs. and Mr. Thorpe, maybe the Best Bulldog Breeders of Ever BULLDOGS I nipoti di Bulldog Tuffnuts Snow Angel BULLDOGS Bulldog Tuffnuts Striker BULLDOGS Robin Hood BULLDOGS Bulldog inglese, anno 1996, Mister Les Thorpe, il Presidente del British Bulldog Club, Allevamento Tuffnuts, con il campione Bulldog Tuffnuts Striker, il nonno di Bulldog Snow Angel Striker BULLDOGS Bulldog Lord Byron e Bulldog Tully BULLDOGs Bulldog Tully e Bulldog Robin HoodThe Original Pure Breed Bulldog Tuffnuts Bulldog Pure Breed, Head Bulldog Pure Breed, Mouth bulldog purebred with closed eyes bulldog purebred tuffnuts:side headbulldog purebred: front bulldog purebred: in the car bulldog purebred: window filter bulldog purebred:side viewbulldog front view bulldog hungrybulldog head front view bulldog head right sideThe bulldog head,right sidebulldog puppiesbulldog puppy headbulldog pure breed tuffnuts snow angel tuffnutsbulldog:the original pure breed bulldogs the original purebred bulldog tuffnuts, tuffnuts ocobo bloodline, daughter of tuffnuts snow angel snow angel with tuffnuts snow angel striker Bulldog Tuffnuts Snow Angel, breeded by Mrs. and Mr. Thorpe, owner allevamento Tuffnuts Snow Angel, the grandmother of Tuffnuts Snow Angel Tuffnuts Bulldog Ch. Ocobo Pearly Boy, breeded by Mr. Davis, owner allevamento Villa Eden,the grandfather of Tuffnuts Snow Angel Tuffnutsbulldog winston, tuffnuts-ocobo, walking lovelybulldog winston moves very wellIl leggendario Mr. Les Thorpe, Presidente e Segretario del British Bulldog Club, fondato nel 1892, con Mrs. Brenda Price e Mrs.Carole Newman, giudicando.Allevatore Inglese del 1910 con il Bulldog Inglese Originale e con il Bulldog Inglese modernoMr. Michele Abbondandolo

THE ORIGINAL BULLDOG CLUB

Bulldog Striker - Bulldog Jubilant - Bulldog Tully, tre fratelli a tre anni.

Bulldog Francese

L'origine del Bouledogue Francese non ? ben conosciuta, bench? sia opinione comune la sua origine Francese. Una cosa ? certa, appartiene al gruppo dei molossoidi che derivano dal molosso del Tibet, all'origine di tutti i cani brachicefali. Questo cane asiatico si ? diffuso nel mondo intero, generando vari tipi, frutto anche delle selezioni volute per l'utilizzo del cane, per le condizioni di vita o della zona geografica nella quale si ? sviluppato. Ha generato cani come il Mastino Inglese in Gran Bretagna, gli "Allan" del Medio Evo Francese (il cui discendente pi? puro ? il Dogue de Bordeax) in Francia, il Cane di Burgos in Spagna e il Mastino Napoletano in Italia. Indicativamente l'uomo ha selezionato molossoidi di grande taglia per il combattimento e la guardia e, parallelamente dei soggetti pi? piccoli e leggeri si sono sviluppati con diverse selezioni. Bisogna tornare al secolo scorso, pi? precisamente verso gli anni 1850-1880, quando in Gran Bretagna esistono dei piccoli Bulldogs, che in realt? non hanno somiglianza con il Bulldog Inglese dei nostri giorni. Si tratta infatti di cani pi? leggeri, a muso meno schiacciato e fronte piatta e larga. Sono attivi e utilizzati per la caccia ai topi. Sono chiamati Toy Bulldogs. Parallelamente esiste, in Francia, un cane di dimensioni simili al Toy Bulldog, che si trova principalmente nei sobborghi di Parigi, a Pantin e a La Villette. Somiglia ai Doguin, ai terrier e ai piccoli Bulldogs. Viene chiamato Terrier Boule o Ratier, senza dubbio a causa del suo talento eccezionale per la caccia ai ratti. Il bouledogue francese ha quindi origini molto umili, era infatti il compagno principale dei mercanti di bestiame, dei macellai e dei mercanti di vino. Molte di queste persone erano anche appassionati di combattimenti tra cani, ed alcuni progenitori degli attuali Bouledogue, vennero impiegati in queste cruente esibizioni. I suoi antenati erano molto diversi come forma dagli attuali, ma pur sempre coraggiosi e battaglieri. E' nel 1875, che qualche amatore, di origine modesta, comincia a selezionare soggetti piccoli privilegiando quelli con gli arti corti e muscolosi. Carles Petit, uno dei primi allevatori, lavorando in Belgio, nel 1880 trova un piccolo Ratier maschio bring?. E' LUOPI, piccolo Terrier Boule, del peso di 25 libbre e con le orecchie dritte. F? comprato per Mosieur Riviere. LOUPI f? progenitore di numerosi discendenti tra cui RABOT DE BEUBOURG uno degli stalloni di razza LOF 3004 e DICK DE LA MARE, con mantello bring? e di peso 10 libbre, selezionato per Monsieur Ruffier, ristoratore. Nel frattempo, alcuni inglesi di Nottingham, attraversano la Manica e si stabiliscono a Calais. Sono accompagnati dai loro Bulldogs di tipo leggero che avevano lo stesso utilizzo in Gran Bretagna, dei Ratier francesi. Gli incroci tra i Ratier e i piccoli Toy Bulldogs hanno certamente contribuito alla nascita del Bouledogue Francese. Qualche modesto allevatore comincia a riunirsi, Monsieur Roger, conoscitore, buon allevatore e giudice, crea, il 5 Aprile 1888 il primo Bouledogue Club in Francia, club non ancora riconosciuto dalla Soci?t? Centrale Canine; questo club conta solo 47 iscritti, ma fissa uno standard che rester? valido fino al 1989. I punti principali sono:
- il cane ha l'aspetto di un piccolo ercole;
- La sua altezza deve essere uguale alla sua larghezza;
- La circonferenza della testa pu? essere al massimo superiore di due centimetri;
- La gola ? larga e quadrata, il tartufo molto arretrato e rincagnato;
- Le orecchie sono corte, arrotondate;
- Esistono dei soggetti a orecchie dritte, che formano una categoria a parte nelle esposizioni;
- Il peso del cane maschio non deve superare i 15 Kg, quello del cane femmina 12,5 Kg
Ad ogni modo, l'emigrazione dall'Inghilterra alla Francia procuro' con il passare del tempo quello che si potrebbe definire un innalzamento sociale di questo cane e dei suoi progenitori. Se in terra inglese i Toy Bulldogs erano di fatto i compagni preferiti di cantinai, cocchieri, mercanti e in genere dei bottegai in terra inglese, in Francia conquistarono ben presto i salotti bene dell'aristocrazia dell'epoca, apprezzati non piu' come indefessi lavoratori, ma come compagni dal temperamento spiccato e diffidenti verso maggiordomi e visitatori. Per intermediazione di cocchieri (Monsieur Bernard Barasino), di certe case di tolleranza (come la maison di Madame Palmyre), il piccolo Bouledogue comincia ad interessare la piccola borghesia. Il Bouledogue divenne cosi' ben presto una delle muse ispiratrici preferite della pittura della Belle Epoque e un gradito ospite nelle case di personaggi famosi quali la scrittrice Colette e la cantante Mistinguett (in Inghilterra occorre ricordarlo, il Bouledogue era il cane preferito del Principe di Galles , futuro Re con il nome di Edoardo VII).

 

Bulldog Francese

Il bouledogue francese appartiene al gruppo 9, cani da compagnia, molossoidi di piccola taglia.

Aspetto generale

Cane possente nella sua piccola taglia, brevilineo, compatto in tutte le sue proporzioni, con pelo raso, muso corto e schiacciato, orecchie diritte, coda naturalmente corta. Deve apparire reattivo, intelligente, molto muscoloso, dalla struttura compatta e dall'ossatura solida.

Comportamento

Piacevole cane da compagnia, da guardia. Particolarmente affettuoso con i suoi padroni e i bambini.

Taglia e peso

II peso non deve essere inferiore agli 8 kg e non superiore ai 14. La taglia deve essere proporzionata al peso.

Andatura

I movimenti sono sciolti. Gli arti si spostano parallelamente al piano mediano del corpo.

Testa

Deve essere molto grossa, larga e squadrata. La pelle che la ricopre forma pliche e rughe quasi simmetriche.

Tartufo - Largo, molto corto, all'ins?, con narici ben aperte e simmetriche, dirette obliquamente all'indietro.

Muso - Molto corto, largo; presenta pliche concentriche, simmetriche, che discendono sul labbro superiore (la lunghezza ? pari a circa 1/6 di quella del cranio).

Labbra - Spesse, un po' rilassate e nere. Il labbro superiore si congiunge al centro con il labbro inferiore in modo da nascondere completamente i denti, che non devono mai essere visibili. Il profilo del labbro superiore e' ben disceso e arrotondato. Non si deve vedere mai la lingua a bocca chiusa.

Mascelle - Larghe, squadrate, potenti. La mascella inferiore descrive un'ampia curva che termina davanti alla mascella superiore cingendola. Quando la bocca e'chiusa, la proiezione della mascella inferiore (prognatismo) e'moderata dalla curvatura delle branche mandibolari.Questa curvatura ? necessaria per evitare una proiezione eccessiva della mascella inferiore (cane con denti scoperti). Gli incisivi inferiori non devono mai essere dietro a quelli superiori (cane enognato). L'arcata degli incisivi inferiori e' arrotondata. Le mascelle non devono presentare deviazione laterale.

Guance - I muscoli delle guance sono ben sviluppati ma non sporgenti.

Stop - Profondo e accentuato.

Cranio - Largo, quasi piatto, con fronte molto convessa. Arcate sopraccigliari sporgenti, separate da un solco particolarmente sviluppato fra gli occhi. Il solco non deve prolungarsi sulla fronte come nel Bulldog inglese.Cresta occipitale molto poco sviluppata.

Occhi - Espressione sveglia. Piazzati bassi, abbastanza lontani dal tartufo e soprattutto dalle orecchie, di colore scuro, abbastanza grandi, ben rotondi, leggermente sporgenti, non lasciano intravedere nessuna traccia di bianco (sclerotica) quando il cane guarda dritto davanti di se'. Il bordo delle palpebre deve essere nero.

Orecchie - Di grandezza media, larghe alla base e arrotondate all'estremit?. Attaccate alte sulla testa, ma non troppo vicine una all'altra, portate diritte. Il padiglione ? aperto verso il davanti. La pelle deve essere fine e morbida al tatto.

Collo - Corto, leggermente incurvato, senza giogaia.

Bulldog Americano

Cenni storici : Il moderno Johnson bulldog deriva dalle antiche stirpi di American bulldog del profondo sud degli USA, utilizzate principalmente per la custodia degli schiavi, modificate ed appesantite dal 1980 in poi rispetto al tipo originario Posto nella classica scientifica:Cane di tipo molossoide, brachicefalo, brachimorfo armonico rispetto al formato e disarmonico rispetto ai profili. Posto nella classificazione utilitaria Cane da guardia, da traino e da accompagnamento. Ad uso sportivo eccelle nel weight pulle nell'hang-time . Aspetto generale e carattere: ? un pesante atleta tozzo e tarchiato, adatto a espletare particolarmente prove di forza pura. da un punto di vista caratteriale manifesta una notevole attitudine come guardiano e predisposizione al lavoro con l'uomo. Testa brachicefala, si presenta come la parte pi? importante del corpo. Il muso ? corto con una canna nasale di lunghezza variabile dal 25% al 33% della lunghezza totale della testa.assi cranio facciali convergenti o paralleli, stop accentuato fronte larga e piatta, il tartufo puo essere nero o red-nose ? leggermente rialzato sul profilo della canna nasale ma assolutamente non rincagnato. Morso decisamente prognato ma senza esagerazioni(damm.6 a mm.15) Accettabile anche la stretta forbice rovesciata mentre le dentature a livello o ortognata causano la squalifica del soggetto.muscoli massetere e temporale enormemente sviluppati.dentatura robusta e completa,tollerabile la mancanza di qualche premolare. Prognatismo di 20 mm.? considerato difetto grave,oltre i 25 mm. Determina la squalifica del soggetto. Pelle della testa aderente con poche rughe di espressione sulla sommit? della fronte sul dorso del naso e ai lati delle guance. Orecchie piccole o medie, preferibilmente rosa o a bottone. Occhi rotondi in posizione subfrontale ,costituiscono difetto lieve occhi azzurri o eterocromia. Collo Corto e tozzo fortissimo, corredato da giogaia non troppo accentuata. Tronco Brachimorfo pesante e tozzo con torace ampio e profondo; piuttosto raccolto che allungato, linea dorsale diritta o ascendente dal garrese alla groppa non insellata avampetto di dimensioni eccezionali corredato da muscoli pettorali enormemente sviluppati. Arti anteriori Di grande ossatura e diritti possono sembrare erroneamente arcuati dall'alto in basso e dall'esterno all' interno in soggetti con torace particolarmente sviluppato nel diametro traverso. spalle moderatamente angolate corredate da muscoli deltoidi di grande sviluppo trasversale metacarpi preferibilmente in appiombo ma talora leggermente mancini in soggetti particolarmente larghi di torace e spalle,un eccessivo mancinismo costituisce difetto,un mancinismo che infici la funzionalit? del soggetto costituisce difetto da squalifica; piedi grossi con dita serrate. Arti posteriori e coda Il treno posteriore pur potente e plastico pu? sembrare all'apparenza complessivamente pi? leggero dell'anteriore che ? enormemente sviluppato. Metatarsi e piedi compatti e forti; assenza di speroni. La coda tassativamente integra ? moderatamente lunga flessuosa diritta senza nodi a guisa di manico di pompa.code a chiocciola o simili a quelle del bulldog inglese sono da considerarsi difetto da squalifica. Bulldog Angie

Bulldog Tuffnuts Snow Angel breeded by Mr. and Mrs.Thorpe

Tuffnuts Snow Angel

Bulldog Americano

L' American Bulldog e uno dei discendenti diretti del Working Bulldog britannico portato dai coloni inglesi in Nord America fin dal XVII secolo e stanziatosi particolarmente negli stati del sud Georgia, Alabama, Texas. Fu utilizzato principalmente per la custodia dei bovini e in cacce pericolose (cinghiale, puma, coyote). Posto nelle classificazione scientifica: Cane di tipo molossoide, brachicefalo, mesomorfo. Disarmonico rispetto al formato(eterometria)e anche rispetto ai profili(alloidismo) Posto nella classificazione utilitaria: Cane da presa adatto a molteplici usi di cui i principali sono: la cattura dei cinghiali selvatici o altre grosse prede, il controllo di bestiame allo stato brado, la guardia alla proprieta e la difesa personale. Ad uso sportivo eccelle nelle prove di forza (weight-pull e hang-time ) e in quelle di difesa.(sch e ring) Aspetto generale e carattere L'A.B. deve dare l'impressione di un cane compatto e forte , ma non eccessivamente pesante. Deve essere in grado d i camminare per ore e all occorrenza scattare con notevole velocita. Il carattere ideale e quello del tipico molosso leggero: saldo di nervi, normoreattivo alta tempra, alta combattivita, socialita , aggressivita e docilita medie Testa Lunga 4/10 dell'altezza al garrese risulta brachicefala, in quanto la larghezza bizigomatica ? nettamente superiore alla met? della lunghezza totale. Rapporto cranio muso da 1: 2 a 4:6. Muso quadrato largo e profondo corredato da labbra carnose. Assi cranio facciali paralleli o leggermente mono convergenti. Chiusura preferita degli incisivi: forbice rovesciata con contatto fra i denti. Ammesse, ma non preferite la chiusura a tenaglia e a forbice ortognata; il prognatismo lievemente penalizzato fino ad una misura di mm 6. oltre tale limite e da considerarsi grave difetto morfologico Dentatura completa ( 42 - 44 ) Tartufo generalmente di colore nero e leggermente rialzato rispetto al profilo della canna nasale. Occhi medi o piccoli per dimensione, possibilmente scuri e situati in posizione subfrontale. Un tartufo marrone red-nose e ugualmente accettabile . Orecchie tassativamente integre possibilmente di piccole dimensioni e attaccate alte. Di forma cosiddetta a rosa o a bottone. Pelle della testa non sovrabbondante, senza pliche o rughe, a eccezione di quelle d'attenzione che si formano sulla sommita della fronte. Muscoli masticatori di grande sviluppo e potenza che determinano una larghezza bizigomatica del cranio uguale o leggermente maggiore della sua lunghezza. fronte larga e piatta separata dalla canna nasale da uno stop deciso ma non molto alto per cui il dorso del naso non deve presentarsi rincagnato come nel bulldog inglese o nel boxer,una canna nasale montante costituisce difetto. Indice cefalico totale = 60/66. Collo Di media lunghezza non corto o tozzo ma armonico e arcuato nel tratto dorsale. e' ammessa ma non preferita una leggera giogaia. Tronco mesomorfo lungo 11/10 dell'altezza al garrese misurato dallo sterno alla punta della natica. Torace ampio e profondo ma moderatamente largo,coste lunghe e ben arcuate ma non tanto da far sporgere eccessivamente in fuori i gomiti e le spalle. petto ampio e pronunciato con regione sternale in rilievo,muscoli pettorali potenti e larghi. Il profilo dorsale non deve essere discendente dal garrese alla groppa ma altresi dritto o appena ascendente verso la zona lombare che e corta, compatta e molto arcuata per garantire grande potenza nel balzo.la groppa lunga e arrotondata(inclinazione 30% sull 'orizzontale) completa in modo armonico il profilo dorsale. Arti anteriori Di buona ossatura e diritti;,spalla moderatamente inclinata sull'orizzontale (45/50) e formante con l'omero un angolo di circa 100 gradi.appiombi anteriori corretti sia esaminati di fronte che di profilo. metacarpi robusti flessuosi e leggermente inclinati, piedi compatti e forti con dita chiuse. Arti posteriori e coda:Treno posteriore molto forte, potente e con muscolatura plastica. gambe proporzionalmente lunghe con femore inclinato rispetto alla verticale che determina un'articolazione femoro-tibiale di poco superiore a 90,angolo tibio-metatarsico ben chiuso con metatarsi elastici forti,dritti (in appiombo) piedi compatti,piu piccoli degli anteriori, assenza di speroni. Coda di media lunghezza e a forma di manico di pompa che di solito non raggiunge i garretti. Andatura Al trotto il movimento e senza sforzo apparente, fluido e ben coordinato.la linea dorsale deve rimanere sostanzialmente ferma in movimento,pur palesando una notevole dose di flessuosita al galoppo e veloce nello scatto di breve distanza. Mantello e pelo Colori ammessi: bianco uniforme; fondo bianco con pezzature fulve o tigrate nere pi? o meno estese. Al contrario colore di fondo fulvo o tigrato con macchie bianche ( piu raro ). fulvo o tigrato senza macchie bianche ( molto raro ). Pelo corto non raso, ruvidi al tatto e grezzo. Frange alla coda e alla natica sono da penalizzare. Taglia Per i maschi altezza da 57 a 67 cm con peso dai kg 34 ai kg 45; per le femmine altezza da cm 53 a cm 63 con peso dai 27 ai 38 kg. Lunghezza canna nasale da cm.8 a cm.10 Difetti Nella testa: muso piu corto o piu lungo del consentito; enognatismo ( squalifica ) o prognatismo superiore a mm 6, dentatura insufficiente o mancante Orecchie grandi di tipo braccoide,rughe. Nel collo: eccesso di giogaia, collo corto e tozzo o lungo e debole. Nel tronco: torace troppo largo o stretto,tronco troppo corto o troppo lungo rene lungo, e debole linea superiore eccessivamente discendente (tipo boxer)o insellata. Nell'anteriore: spalla dritta o troppo flessa, ossatura troppo pesante , o troppo leggera, gomiti sporgenti e metacarpi rigidi e dritti Nel posteriore:atrofia muscolare,angolature insufficienti. Nel mantello: colori non ammessi cioe tutto nero, grigio o tricolore ( squalifica in tutti e tre i casi ) oppure tigrato o fulvo monocolore con maschera nera.(squalifica).