Bulldog: Mrs. and Mr. Thorpe, maybe the Best Bulldog Breeders of EverFrench BulldogFrench BulldogFrench BulldogFrench BulldogFrench BulldogFrench BulldogFrench BulldogFrench BulldogFrench BulldogFrench BulldogFrench BulldogFrench BouledogueBouledogue FrancaisBouledogueBouledogueBouledogueBouledogueBouledogueBouledogueBouledogueBouledogueI nipoti di Bulldog Tuffnuts Snow AngelBulldog Tuffnuts StrikerRobin Hood Bulldog inglese, anno 1996, Mister Les Thorpe, il Presidente del British Bulldog Club, Allevamento Tuffnuts, con il campione Bulldog Tuffnuts Striker, il nonno di Bulldog Snow Angel StrikerBulldog Lord Byron e Bulldog Tully Bulldog Tully e Bulldog Robin Hood

Bulldog Francese

Standard F.C.I

 

The Bulldog International Research Center

 

Bulldog Francese

Il bouledogue francese appartiene al gruppo 9, cani da compagnia, molossoidi di piccola taglia.

Aspetto generale

Cane possente nella sua piccola taglia, brevilineo, compatto in tutte le sue proporzioni, con pelo raso, muso corto e schiacciato, orecchie diritte, coda naturalmente corta. Deve apparire reattivo, intelligente, molto muscoloso, dalla struttura compatta e dall'ossatura solida.

Comportamento

Piacevole cane da compagnia, da guardia. Particolarmente affettuoso con i suoi padroni e i bambini.

Taglia e peso

II peso non deve essere inferiore agli 8 kg e non superiore ai 14. La taglia deve essere proporzionata al peso.

Andatura

I movimenti sono sciolti. Gli arti si spostano parallelamente al piano mediano del corpo.

Testa

Deve essere molto grossa, larga e squadrata. La pelle che la ricopre forma pliche e rughe quasi simmetriche.

Tartufo - Largo, molto corto, all'insù, con narici ben aperte e simmetriche, dirette obliquamente all'indietro.

Muso - Molto corto, largo; presenta pliche concentriche, simmetriche, che discendono sul labbro superiore (la lunghezza è pari a circa 1/6 di quella del cranio).

Labbra - Spesse, un po' rilassate e nere. Il labbro superiore si congiunge al centro con il labbro inferiore in modo da nascondere completamente i denti, che non devono mai essere visibili. Il profilo del labbro superiore e' ben disceso e arrotondato. Non si deve vedere mai la lingua a bocca chiusa.

Mascelle - Larghe, squadrate, potenti. La mascella inferiore descrive un'ampia curva che termina davanti alla mascella superiore cingendola. Quando la bocca e'chiusa, la proiezione della mascella inferiore (prognatismo) e'moderata dalla curvatura delle branche mandibolari.Questa curvatura è necessaria per evitare una proiezione eccessiva della mascella inferiore (cane con denti scoperti). Gli incisivi inferiori non devono mai essere dietro a quelli superiori (cane enognato). L'arcata degli incisivi inferiori e' arrotondata. Le mascelle non devono presentare deviazione laterale.

Guance - I muscoli delle guance sono ben sviluppati ma non sporgenti.

Stop - Profondo e accentuato.

Cranio - Largo, quasi piatto, con fronte molto convessa. Arcate sopraccigliari sporgenti, separate da un solco particolarmente sviluppato fra gli occhi. Il solco non deve prolungarsi sulla fronte come nel Bulldog inglese.Cresta occipitale molto poco sviluppata.

Occhi - Espressione sveglia. Piazzati bassi, abbastanza lontani dal tartufo e soprattutto dalle orecchie, di colore scuro, abbastanza grandi, ben rotondi, leggermente sporgenti, non lasciano intravedere nessuna traccia di bianco (sclerotica) quando il cane guarda dritto davanti di se'. Il bordo delle palpebre deve essere nero.

Orecchie - Di grandezza media, larghe alla base e arrotondate all'estremità. Attaccate alte sulla testa, ma non troppo vicine una all'altra, portate diritte. Il padiglione è aperto verso il davanti. La pelle deve essere fine e morbida al tatto.

Collo - Corto, leggermente incurvato, senza giogaia.

Bulldog Inglese di Razza Pura VS Standard di Razza

In questo articolo cercheremo di comprendere le ragioni che hanno portato alla continua diffusione di notizie incomplete o false riguardanti il Bulldog Inglese e la conseguente relazione molto ambigua che, attualmente, contrappone la Razza Pura, i diretti discendenti di Rosa, con quello che dovrebbe essere lo Standard di Razza che, incomprensibilmente, non descrive la Razza Originale del Lincolnshire alla quale dovrebbe appartenere. L' altro giorno ho partecipato ad una giornata di studio organizzata da illustri Ricercatori, famosi Docenti Universitari. Ritengo che non sara stato facile, per degli scienziati, comprendere le ragioni per le quali un Cane debba essere costituzionalmente malato, senza possibilita' di intervenire efficacemente tramite la Scienza Veterinaria, se non a livello diagnostico o sintomatico, per il fatto che questi errori o patologie sono previste, anzi, prescritte nello Standard di Razza. Ritengo importante, comunque, lavorare con l' obiettivo, minimo, iniziale, della divulgazione di informazioni per quanto possibile testate e veritiere. Vorrei continuare la discussione per cercare di comprendere le ragioni che hanno portato a questa situazione ed all' attuale Standard di Razza ( Luglio del 2008 ). Alcuni siti internet, ad esempio, affermano erroneamente che lo Standard di Razza del Bulldog Inglese sia rimasto quasi invariato dal 1860 ad oggi ( a mio giudizio invariato nella apparenza, non nella sostanza ). Questa affermazione, ad esempio, risulterebbe discutibile in rapporto con i risultati delle mie ricerche. Sappiamo che Rosa, raffigurata in un famoso dipinto, era parte integrante dello Standard. Rosa appare proporzionata, con ossa leggere, collo normale, il ventre retratto, la coda lunga, le orecchie portate verso l' alto e con una linea dorsale molto arquata, inoltre i miei studi, hanno permesso di studiare il suo bellissimo movimento apparentemente piu simile a quello di un Levriero che non a quello prescritto dallo Standard attuale. Quindi lo Standard attuale non rispecchia lo Standard Originale, ma risulta ben differente. Logicamente sembrerebbe, che, in dato momento alcune caratteristiche di Rosa siano diventati difetti, mentre alcuni errori compiuti nella Selezione da certi Allevatori, probabilmente considerati inevitabili, siano diventati pregi. Cerchiamo di capire come questo sia stato possibile. Le ipotesi possono essere due:

1) tutti gli Allevatori di Bulldog in Inghilterra allevavano quello che era considerato il Cane Migliore del Mondo, Cani perfetti come Rosa, bellissimi e senza problemi di Salute, ma, per ragioni inesplicabili, se non riconducibili all' Odio, alla Gelosia oppure alla Pazzia, a Londra i membri del Kennel Club stabilivano spontaneamente e volontariamente che il Cane Bulldog ideale dovesse essere un Cane Displasico, affetto da Sindrome Respiratoria Brachicefala, che non dovesse piu essere in grado di Riprodursi o di Partorire e che dovesse morire quasi sempre per morte accidentale, in perfette condizioni di Salute, con un qualsiasi sbalzo di Temperatura, per Colpo di Caldo. Stabilirono, ad esempio, che il movimento e la posizione degli arti posteriori per essere corretti dovessero essere tali da provocare insopportabili carichi sulle articolazioni dell' Anca e del Ginocchio. Quindi i Risultati nelle Esposizioni Canine seguirono le indicazioni del Kennel Club ed i pregi divennero difetti, mentre i difetti divennero pregi, costringendo gli Allevatori Inglesi a non essere Allevatori ed i Veterinari a non essere Veterinari, per Allevare, tra mille difficolta, un Cane, volutamente ed inspiegabilmente, malato.

2) NON tutti gli Allevatori di Bulldog in Inghilterra allevavano il Cane Migliore del Mondo, un gruppo di questi Allevatori molto influente a Londra, effettuarono, per varie ragioni, Selezioni errate, Per considerazioni squisitamente commerciali questi allevatori decisero di utilizzare la propria influenza per modificare i risultati nelle Esposizioni Canine e lo Standard di Razza. Gli altri Allevatori Inglese si ritrovarono con un Cane bellissimo, ma perdente nelle Esposizioni e sempre piu' lontano dallo Standard richiesto. Gli Allevatori influenti a Londra, quindi, per essere sicuri di avere la meglio sopra un Cane nettamente superiore trasformarono via via i pregi del Bulldog di Razza Pura in difetti da evitare. Essendo, il Bulldog Originale, invincibile dal punto di vista Morfologico e, quindi, della Qualita del Movimento, il Kennel Club venne costretto a valorizzare, nello Standard di Razza e nelle Esposizioni Canine, le dimensioni della Testa , mentre gli Arti diventavano necessariamente troppo corti per giustificare il giudizio limitato al Cane Immobile osservato frontalmente. Ad esempio, considerando che Rosa porta le Orecchie alte e che nell' ultima fotografia di un Bulldog Inglese Puro, 1910, le Orecchie sono a bottone, le Orecchie divennero esclusivamente a forma di Rosa, la coda presente nei due esemplari, lunga, divenne un difetto mentre quella a cavaturacciolo, causa di tanti problemi, che, seguendo il mio ragionamento, doveva essere assolutamente assente del Bulldog Inglese venne, invece, ammessa nello Standard. Il continuo svalorizzamento delle Qualita di Movimento possedute dal Bulldog Originale contrapposto alla eccessiva valorizzazione delle dimensioni della Testa portarono inevitabilmente alla selezione di Cani Displasici o con Sindrome Brachicefala. In conclusione, dai miei studi, risulterebbe che lo Standard di Razza del Bulldog Inglese sia stato notevolmente modificato nella sostanza piu' che nell' apparenza, dal 1860 ad oggi. Queste modifiche, sostanzialmente piu' che apparentemente, perseguirebbero l' obiettivo e, comunque, andrebbero inequivocabilmente nel senso di allontanare sempre piu' il Bulldog di Razza Pura o Lincolnshire Bulldog dallo Standard di Razza per avvantaggiare il Bulldog di Londra, tutto questo, per ragioni, apparentemente, di interesse personale o, comunque, definibili commerciali senza, infatti, conseguire obiettivi puramente cinofili. Di conseguenza il mio ragionamento induce a concludere che le variazione allo Standard di Razza furono causate dalle pressioni compiute da influenti Allevatori, i quali, consci di avere sbagliato la Selezione, decisero di rimediare ai propri errori non incrociando con i migliori Riproduttori, ma effettuando notevoli pressioni al livello delle Esposizioni Canine e dei Clubs per riuscire, in questa maniera, a mantenere la gestione commerciale della Razza Bulldog a discapito dei migliori Allevatori, dei Cani e degli Acquirenti, necessitando, infine, per mantenere questa situazione, la diffusione di notizie incomplete se non assolutamente false al livello dell' opinione comune. In questa maniera gli attori, gli ideatori delle false informazioni, sarebbero gli Allevatori influenti consci di avere errato la Selezione, i principali veicoli utilizzati dovrebbero essere i risultati delle Esposizioni Canine, mentre, per quanto riguarda le occultazioni di informazioni oppure quelle parziali o incomplete, in questa categoria potremmo includere le modifiche che vennero introdotte nello Standard di Razza Originale, i principali veicoli utilizzati dovrebbero essere i Clubs.

 

Bulldog Francese

Arti anteriori

Appiombi regolari visti dal davanti e di profilo.

Spalle e braccia - Corti, spessi, hanno una muscolatura solida e visibile. Il braccio deve essere corto, il gomito ben aderente al corpo.

Avambracci - Corti, ben distanziati, rettilinei e muscolosi.

Carpi e metacarpi - Solidi e corti.

Piede - Rotondo, piccolo, detto 'piede da gatto', ben appoggiato al suolo, voltato leggermente in fuori. Le dita sono compatte; le unghie corte, grosse e ben separate. I cuscinetti plantari sono duri, spessi e neri. Nei tigrati le unghie devono essere nere. Nei bianco-tigrati, la preferenza andrà alle unghie scure, senza per questo penalizzare le unghie chiare.

Tronco

Petto - Leggermente aperto.

Torace - Cilindrico e ben disceso, costole 'a botte' molto arrotondate.

Dorso - Largo e muscoloso.

Reni - Corte e forti. La linea dorsale è progressivamente rilevata a livello delle reni per scendere rapidamente verso la coda. Questa forma, particolarmente ricercata, ha come causa la brevità delle reni.

Ventri e fianchi - Rilevati, ma non levrettati.

Groppa - Obliqua.Arti posterioriGli arti posteriori sono forti e muscolosi, un pò più lunghi degli arti anteriori, cosi che il treno posteriore risulti elevato. Gli appiombi visti sia dal di dietro che di profilo sono regolari.

Coscia - Muscolosa, solida, senza essere troppo arrotondata.

Garretto - Abbastanza disceso, ne' troppo angolato nè troppo diritto.

Tarso e metatarso - Solidi e corti. Il Bouledogue deve nascere senza speroni.

Piede - Molto compatto. Coda corta, attaccata bassa sulla groppa, attaccata ai glutei, spessa alla base, ritorta o naturalmente tronca, assottigliata all'estremita'. Anche durante l'azione, deve restare sotto l'orizzontale. La coda relativamente lunga (senza superare la punta del garretto), tronca e sottile, e' ammessa ma non ricercata.

Mantello

Deve essere formato da un bel pelo raso, compatto, lucido e morbido. Ha due varieta': il tigrato e bianco-tigrato detto "caille". Tigrato - Fulvo, da mediamente a fortemente tigrato, senza o con leggera screziatura. Il mantello tigrato è caratterizzato dalla presenza sul fondo fulvo di striature trasversali nere, dette 'tigrature'. Il Bouledogue tigrato presenta quindi un miscuglio di peli neri e rossicci non troppo scuri. Questa categoria ammette la presenza del bianco, in modesta proporzione, sul petto e sulla testa. II mantello tigrato con grosse macchie bianche, soprattutto sulla gualdrappa, e ammesso ma non desiderabile. Non sono ammessi i mantelli con eccessiva percentuale di nero o con fulvo insufficientemente tigrato. Bianco e tigrato detto "caille" - Sono a fondo bianco con macchie tigrate. I soggetti interamente bianchi rientrano in questa categoria. Per entrambi, le ciglia e le palpebre devono essere nere. Quando un soggetto "caille" presenta un tartufo molto scuro, occhi scuri bordati da palpebre interamente scure, possono essere eccezionalmente tollerate alcune depigmentazioni al muso. II colore di fondo non deve essere troppo macchiettato. Non bisogna essere troppo severi se qualche moschettatura e' percettibile sul bianco di alcuni mantelli "caille", anche se la preferenza va a quelli che presentano aree di un bianco puro.

Bulldog Angie

Differenze tra il Bulldog Inglese Classico ed il Bulldog Inglese Originale di Razza Pura

La principale differenza tra il Bulldog Inglese Classico ed il Bulldog Inglese Originale, di Razza Pura, giudicato estinto, in Inghilterra dall' inizio del ' 900, consisterebbe nella qualità del movimento essendo quest' ultimo un cane elegante, raffinato, agile e veloce. Numerose sono le differenze anche con il Bulldog Americano, dovute, sembrerebbe, all' incrocio con il Terrier, piuttosto che con il Carlino ( Bulldog Inglese ). Creato dalle ceneri del Bulldog importato dall' Inghilterra quando questo, però, si era ormai ampiamente estinto anche in America (inoltre il Bulldog importato dagli emigranti irlandesi dopo il 1835 era già stato incrociato con il Terrier, era quindi, un Bull Terrier. Erano considerati specialisti in questo incrocio, molto praticato sin dal '700, nella contea di Staffordshire) , vi sono differenze sostanziali per il peso ( il peso ideale di un cane da presa o combattimento è di 25 Kg.,mentre quello di un cane da lavoro con l'uomo è di 45 Kg.), la taglia, la storia, la genealogia inglese, le selezioni mirate da J.D. Johnson e da Allen Scott per migliorare le attitudini al lavoro.., per queste ed altre ragioni l' American Bulldog apparirebbe, invece, maggiormente comparabile con l' American Pitbull Terrier o con l' American Staffordshire Terrier ( infatti Johnson e Scott registrarono questa razza negli anni '70 con il nome American "PIT" Bulldog, però le analogie con il American "Pit" Bull Terrier erano tali e tante che fu deciso, in seguito, di cambiare il nome in American Bulldog per non creare troppa confusione) con i quali condivide, più o meno, il grado di parentela rispetto al Terrier ed all' Original Purebreed Bulldog , che, al contrario, sembrerebbe essere sopravissuto unicamente in Inghilterra essendo tuttora presente nel corredo genetico delle migliori linee di sangue "Bulldog" del Regno Unito o, comunque, provenienti dal Regno Unito.