Bulldog: Mrs. and Mr. Thorpe, maybe the Best Bulldog Breeders of Ever BULLDOG I nipoti di Bulldog Tuffnuts Snow Angel BULLDOG Bulldog Tuffnuts Striker BULLDOG Robin Hood BULLDOG Bulldog inglese, anno 1996, Mister Les Thorpe, il Presidente del British Bulldog Club, Allevamento Tuffnuts, con il campione Bulldog Tuffnuts Striker, il nonno di Bulldog Snow Angel Striker BULLDOG Bulldog Lord Byron e Bulldog Tully BULLDOG Bulldog Tully e Bulldog Robin HoodThe Original Pure Breed Bulldog Tuffnuts Bulldog Pure Breed, Head Bulldog Pure Breed, Mouth bulldog purebred with closed eyes bulldog purebred tuffnuts:side headbulldog purebred: front bulldog purebred: in the car bulldog purebred: window filter bulldog purebred:side viewbulldog front view bulldog hungrybulldog head front view bulldog head right sideThe bulldog head,right sidebulldog puppiesbulldog puppy headbulldog pure breed tuffnuts snow angel tuffnutsbulldog:the original pure breed bulldogs the original purebred bulldog tuffnuts, tuffnuts ocobo bloodline, daughter of tuffnuts snow angel snow angel with tuffnuts snow angel striker Bulldog Tuffnuts Snow Angel, breeded by Mrs. and Mr. Thorpe, owner allevamento Tuffnuts Snow Angel, the grandmother of Tuffnuts Snow Angel Tuffnuts Bulldog Ch. Ocobo Pearly Boy, breeded by Mr. Davis, owner allevamento Villa Eden,the grandfather of Tuffnuts Snow Angel Tuffnutsbulldog winston, tuffnuts-ocobo, walking lovelybulldog winston moves very wellIl leggendario Mr. Les Thorpe, Presidente e Segretario del British Bulldog Club, fondato nel 1892, con Mrs. Brenda Price e Mrs.Carole Newman, giudicando.Allevatore Inglese del 1910 con il Bulldog Inglese Originale e con il Bulldog Inglese modernoMr. Michele Abbondandolo

THE ORIGINAL BULLDOG CLUB

Non-for-Profit Organization

Bulldog, Salute Bulldog, Articoli, Allevamenti, Bull Terrier, Standard Bull Terrier, Storia, Club, Foto, Info, Allevamento

Bulldog Inglese: Tully

 

Bulldog Tully, rasentando la perfezione

Bulldog Tully durante la passeggiataBulldog Tully, studio laterale del Bulldog Inglese Originale

BULLDOG INGLESE

 

Bull Terrier

Bull Terriers are thick-set and muscular with a short, dense coat. Acceptable colours are white, (skin pigmentation and markings on the head are not penalised in the UK show ring), any colour other than white, or any colour with white markings (although Blue and liver highly undesirable).

The American Kennel Club specifies that if all other things are equal, the brindle coat is preferred.[citation needed] (White is preferred in the UK)

The Bull Terrier's most distinctive feature is its head, described as 'egg shaped' when viewed from the front, almost flat at the top, with a Roman muzzle sloping evenly down to the end of the nose with no stop. The unique triangular eyes are small, dark, and closely set. The body is full and round, while the shoulders are robust and muscular and the tail is carried horizontally. It walks with a jaunty gait, and is popularly known as the 'gladiator of the canine race'.[citation needed]

There is no set height or weight of the breed but the average is, Height: 16-22 inches (40-56 cm.), Weight: 35-80 pounds (15-36 kg.)

Sometimes Bull Terriers are mistaken to be American Pit Bull Terriers, but they are separate breeds

Bull Terriers are known as friendly and outgoing dogs. Their physical strength is matched by their intelligence, and both body and mind need to be kept active. They can be obstinate or stubborn and are not ideal dogs for the first-time owner. As a breed they are generally placid and will not normally make the first move. They are very affectionate dogs that love human company. Bull Terriers are particularly good with children and can stand a great deal of abuse due to their high pain threshold. They are protective of children in their charge. Younger dogs may regard children as playmates and because of their strength would only cause inadvertent injury.
The American Temperament Test Society, Inc. (ATTS), a not-for-profit organisation that promotes uniform temperament testing for dog breeds, gives the Bull Terrier a pass rate of 91.5%. The average for all breeds is 81.5%

Health

All puppies should be checked for deafness, as this sometimes occurs (most commonly in pure white dogs) and is difficult to notice, especially in a relatively young puppy. Many Bull Terriers have a tendency to develop skin allergies.[citation needed] Insect bites, such as fleas, and sometimes mosquitoes and mites, can produce a generalized allergic response of hives, rash, and itching. This condition can be stopped by keeping the dog free of contact from these insects, but this is definitely a consideration in climates or circumstances where exposure to these insects is inevitable. Their lifespan is somewhere between 10 and 14 years, although they can live longer - the oldest bitch on record being an Australian housepet dubbed "Puppa Trout" who remained sprightly into her 17th year.[citation needed]

The Bull Terrier's coat is easy to maintain, but grooming can keep it in near-perfect condition. Adding oils to their meals can also vastly improve the quality of their coat.[citation needed] The Bull Terrier requires a fair amount of exercise, but overworking the dog at a young age will cause strained muscles. Older dogs do require exercise, but in small doses, whereas younger ones will be happy to play for hours on end. The breed is renowned for being extremely greedy; be sure to maintain a good balance of exercise and food, or the dog can become overweight. Also, be sure to check ears, eyes, nose and mouth every day for signs of infection.

Common Ailments: Deafness, Umbilical Hernia and Acne.[citation needed] Bull Terriers can also suffer from Obsessive complusive behavior, such as tail chasing, self mutilation, and obsessive licking.[citation needed]

Bull Terrier History

Now an affectionate companion, the Bull Terrier arose from the "Bull and Terrier" crosses, originally bred for dog-fighting. When bullbaiting was outlawed in England in 1835 the "sport" of dog-fighting became popular and a smaller dog breed was needed, that could be more easily hidden under one's coat at the arrival of the police. These dogs also had to be more agile and light as the dog fights usually lasted longer than bull fights. This new type of fighting dog was created by crossing the olde type bulldog with different Terriers, among which the Manchester Terrier (or Black and Tan Terrier) - before it was dwarfed down - This Bull and Terrier cross combined the alertness and agility of the Terrier with the power, tenacity and high treshold of pain of the Bulldog. It got the reputation of a 'canine gladiator' which would fight to the death to please his master. It was much leggier than the Bull Terrier we know today and its head more closely resembled that of the early Bulldog.In the early 1850, James Hinks, of Birmingham, England, first standardized the breed by selectively breeding the old type Bull Terrier with other breeds, including the White English Terrier (now extinct), to obtain a longer head and a more symmetrical body and get rid of the bowed legs, The result was an all white Bull Terrier with a cleaner outline, tight shoulders and well bent stifles. For his entire life James Hinks only bred white dogs, which he called 'Bull Terrier', in order to definitely distinguish them from the Bull-and-Terrier which was very similar to today's Staffordshire Bull Terrier. The breed was first designated as the "Hinks Breed" and was also referred to as "The White Cavalier", as he was bred to defend himself and his human family but not to instigate hostiliy. Which other breeds were further crossed along the generations to obtain the modern Bull Terrier with the unique egg-shaped head is still a matter of conjecture. Most sources agree that Dalmatian blood was infused to confer the breed a more elegant look and gait and longer legs. Some authorities believe the Spanish Pointer, Greyhound, Foxhound and/or Whippet were crossed along the lines. Borzoi and Collie may also have been crossed into the gene pool to elongate the head even more and to arrive at a type of dog with a stop ever less marked. Until 1895, when cropping was outlawed, the ears of the Bull Terriers were cut as closely as possible, so that they would not be torn by the dog's opponent during the fight. From that date on ear cropping became prohibited and breeders sought to breed exemplars whose ears were in harmony with the rest of their body. The breed suffered a setback while breeders attempted to obtain the required upright ears without losing other qualities. In 1917, the first modern Bull Terrier, Lord Gladiator, was born. It was the first dog with a skull profile completely lacking a stop. Due to problems associated with the white color coat (deafness, albinism) some experts suggested to introduce other colors in the breed. The man who is known for the development and acceptance of colored bull terriers in the ring is Ted Lyon, whose preferred color was brindle. The first Bull Terrier Club was created in England in 1887. In 1888, the Bull Terrier Standard was published by the Bull Terrier Club. The breed was recognized by the American Kennel Club in 1895. In 1992 the AKC recognized two different sizes, the Standard Bull Terrier and the Miniature Bull Terrier. Today's Bull Terrier is athletic and always eager to play. Their clowning antics and energy make them delightful companions. They need a firm hand and consistent training, but most of them will tolerate other family pets. Their cute and photogenic face make them very popular subjects in dog photography and advertising.

Dog Training sites

1 ; 2 ; 3 ; 4 ; 5 ; 6

Comportamento del Bulldog:

Le caratteristiche del Comportamento del Bulldog sono piuttosto complesse, dipendendo anche dalle Linee di Sangue e dalle scelte dei singoli Allevatori, in questo senso generalizzando troppo si rischia di non aderire alla realtà. Conviene effettuare valutazioni individuali.

Premetto che vi non vi è¨ nessuna traccia storica di alcuna Razza Canina che si sia estinta a causa del suo Comportamento. Alcuni testi affermano che nel 1860 iniziarono le selezioni per addolcire il carattere ( incroci col Carlino, Dogue de Bordeaux e Mastiff ) del Bulldog Inglese e che queste selezioni ne causarono la estinzione per avere, però, oggi un Bulldog veramente buono e mansueto. Questa ipotesi piacerebbe molto a Edmondo de Amicis e a Gianni Rodari, ma si dimostra molto superficiale e poco supportata dai fatti:

1) Il Bulldog era considerato un cane coraggioso almeno fino a quando io ero bambino e questo posso testimoniarlo, i Bulldog erano rarissimi e incutevano molto timore.

2 ) Ritengo che gli allevatori inglesi siano sempre stati , chi ne era in possesso, orgogliosi del loro Bulldog.

3) Recenti studi hanno dimostrato che sono proprio i cani di piccola taglia quelli potenzialmente più aggressivi ( Carlino).

4)Allo stesso tempo il Dogue de Bordeaux e il Mastiff, hanno una Storia secolare nei Combattimenti e hanno spiccate propensioni alla Guardia, di certo non sono i cani indicati per ottenere un Cane da Compagnia.

5) I cani sono tutti cani e obbediscono agli stessi istinti all' interno di un comportamento influenzato dall' indole, ma non secondariamente da fattori ambientali come le dinamiche che si determinano all' interno della Cucciolata, lo Stile di vita del cane, il Comportamento del padrone,l'esempio degli altri cani, come la madre, etc .

6) Un cane a cui e stato assegnato il compito di proteggere il branco dalle aggressioni esterne non può non andare incontro al pericolo per aggredire il potenziale aggressore ( ad esempio un altro maschio ).

7) Nessuno volle ottenere un Cane da Compagnia con una struttura fisica come il Bulldog, sarebbe stato un controsenso, vietati i combattimenti il Bulldog venne evidentemente utilizzato per la Guardia.

8 ) Nell' Ottocento l' Inghilterra era un paese prevalentemente rurale e non esisteva ancora la figura del Milanese col Porsche Cayenne e il Bulldoghino, i cani venivano utilizzati per scopi precisi secondo la taglia e le attitudini, infatti in Inghilterra il Bulldog è classificato come un Utility Dog.

9) Il Bulldog aveva fama di essere il Cane migliore del Mondo, veniva venduto a caro prezzo e fu per questo sottoposto a notevoli esportazioni proprio nella seconda metà dell' Ottocento, di conseguenza chi lo incrociò con altre razze non disse niente a nessuno, almeno in un primo momento.

10 ) Il Bulldog divenne il simbolo dell'Inghilterra e raggiunse una grande popolarità durante un periodo bellico, la seconda guerra mondiale, come simbolo di quelle qualità che sono evidentemente necessarie per vincere una guerra, quasi cento anni dopo queste ormai leggendarie selezioni effettuate per addolcirne il carattere.

11) Il Bulldog era classificato come cane da Combattimento fino a qualche anno fa e solo adesso viene classificato come cane da Guardia e da Compagnia. 12 ) I cani da Compagnia di solito sono di piccola taglia non sono dei molossoidi che possono arrivare al peso di 40 kilogrammi, ben difficili da gestire, quindi, anche i questo caso non ci sono prove che avvalorino la tesi delle selezioni mirate per ottenere un cane da Compagnia. 13) Il Bulldog incute, tuttora, molto timore, in particolare nelle donne, le persone tendenzialmente si spostano quando passa un Bulldog, anche questa non e una caratteristica da Cane da Compagnia o da Salotto.

14 ) La mia esperienza personale indica che io lascio i miei cuccioli da soli con il Bulldog Originale, mentre non li lascio da soli con il Bulldog Classico, quindi non credo che ci siano voluti 150 anni di selezioni mirate da parte dei migliori allevatori del mondo e l' estinzione di una razza per arrivare a questo. 15 ) Gli Inglesi rispettano gli animali e nell' ottocento era realmente di moda in Inghilterra possedere gli animali più strani provenienti dalle regioni più disparate del mondo, non penso che in questo clima di apertura e rispetto, quasi sacro, verso tutto il mondo animale, insetti e rettili, acquisito direttamente dall' India, la colonia più importante e conosciuta in quel periodo, se la andassero a prendere, a livello da deciderne pubblicamente la estinzione, contro il povero Bulldog Inglese, razza autoctona, il migliore amico dell'uomo.

16) Un cane non è una tigre e per quanto aggressivo può essere controllato dal padrone che ne può limitare i danni. In ogni caso, i soggetti a qualsiasi livello troppo pericolosi per l' uomo sono stati sempre, storicamente, abbattuti. Per questo la posizione del Governo Inglese fu perentoria, sin dal 1835, asserendo che potevano essere dannosi i combattimenti, proteggendo gli animali, non le razze che ne erano protagoniste. Non risulta infatti nessuna legge, decreto o presa di posizione del Governo Inglese riguardante la presunta eccessiva aggressività o pericolosità sociale del Bulldog.

17) Concludendo, compiendo una valutazione oggettiva, dovremmo dire che il carattere del Bulldog Inglese è rimasto, in fin dei conti, nel 2006, quasi immutato e che questa mitica opera di selezione cosi drasticamente supermirata, l' Addolcimento del Bulldog Inglese, a costo di estinzioni o di incroci con altre razze è iniziata quasi duecento anni orsono e, di questo passo, potrà , tra qualche secolo essere definita Eterna, o, quanto meno, La Opera Umana più Lunga della Storia dell' Uomo, più delle Piramidi, della Grande Muraglia, della Fabbrica del Duomo di Milano o del Cantiere per la costruzione della Basilica di San Pietro, anche perchè in Inghilterra, chi l' ha posseduto, è stato sempre contento e orgoglioso del suo Bulldog Inglese e non ha mai pensato di cambiarlo.

18) In definitiva le uniche prove storiche riguardano l' eccezionale valore del Bulldog Inglese che per questo venne utilizzato per fare spettacolo ed esportato anche in America nel 18° secolo, venne utilizzato per incrociare moltissime razze moderne nel 19° secolo, venne mantenuto in vita nel Lincolnshire da Mr. Les Thorpe, il Presidente del British Bulldog Club, nel 20° secolo ed è stato riesumato dal sottoscritto nel 21° secolo, questa è la Storia dimostrabile ed ancora testimoniabile del Bulldog Inglese Originale di Razza Pura. Le accuse svalorizzanti, invece, non appoggiano su nessuna realtà concreta( nessuno le ha mai testimoniate e nessuno le può, oggi, testimoniare), se non nel fatto che venne utilizzato per i combattimenti fino al 1835, quando peraltro era già stato sostituito dal Bull-Terrier che si era dimostrato ben più determinato e feroce senza, per questo, essere destinato al macello, l' ipotesi dell' estinzione causata dalla eccessiva aggressività per essere sostituito da un cane migliore o più commerciabile, non poggia su dati concreti e, soprattutto, potrebbe essere un' ipotesi facilmente strumentalizzata, ad esempio, da parte di chi vorrebbe vendere un Facsimile, non possedendo l' Originale e le ipotesi strumentalizzabili, come la Storia insegna, raramente si sono dimostrate quelle corrette di fronte alle analisi più approfondite, quindi non diamo le colpe ai cani anche quando le colpe sono solo delle persone. Al contrario, il Bulldog Originale di Razza Pura era apparentemente scomparso proprio a causa della sua perfezione, del suo estremo valore e della sua netta e visibile superiorità morfologica rispetto al Bulldog di Londra in particolare nel momento in cui gli effetti del deleterio incrocio con il Carlino cominciarono ad essere troppo evidenti e gli allevatori, del Bulldog di Londra, furono costretti a cercare le qualità morfologiche nell' ipertipo.

19) La mia sensazione è che con l' affermazione dell' ipertipo furono di volta in volta esasperate tutte le caratteristiche del Bulldog Originale, anche l' aggressività , per poi compiere qualche passo indietro.

20) Ma allora perchè i grandissimi allevatori inglesi utilizzarono proprio il Carlino ? Presumibilmente perchè i Bulldog non venivano più realmente testati con i combattimenti che in un certo senso rispettavano le regole selettive enunciate da Darwin. Con l' introduzione del Sistema Espositivo divenne molto più facile aggirare la Legge della Natura dove chi vince è sicuramente il migliore. L' essenza divenne, di conseguenza, facilmente sostituibile dalla apparenza e quello con il Carlino doveva essere, ritengo, l'unico incrocio possibile. Infatti, il Carlino, era un cane completamente votato all' estetica ed era necessario un incrocio che non sacrificasse la bella presenza del Bulldog anche a costo di sacrificarne la essenza, era, inoltre, primario mantenere quelle doti di carattere, coraggio, sicuramente almeno nell' apparenza, per la quali il Bulldog era conosciuto in tutto il Mondo.

BULLDOG: METODO THE ORIGINAL BULLDOG CLUB:

La idea innovativa che ha, maggiormente, caratterizzato il lavoro del The Original Bulldog Club - The Bulldog International Research Center, garantendo fama mondiale, eccezionali risultati cinofili ed il raggiungimento dei prefissati obiettivi di ricerca, è stata, in seguito, utilizzata dai migliori Allevatori Inglesi. Il protocollo introdotto dal The Original Bulldog Club prevede, qualora ci trovassimo di fronte a caratteristiche eccezionali, di mantenere insieme e studiare, analiticamente, tutta la cucciolata dalla nascita alla morte.

Bulldog Striker - Bulldog Jubilant - Bulldog Tully, tre fratelli a tre anni.

BULLDOG INGLESE: TEORIA DELLA DERIVA GENETICA DELLA RAZZA BULLDOG

Questa teoria da me formulata nel 2001 rappresenta il postulato sul quale si sono basate le mie ricerche. Secondo questa ipotesi la razza Bulldog perde, inevitabilmente, qualità di generazione in generazione.

BULLDOG: IPOTESI DELLE ESPOSIZIONI CANINE, DELLA VENDITA DEI CUCCIOLI E DEI RIPRODUTTORI

Bulldog Inglese: Obiettivo dell' Original Bulldog Club é il benessere del cane bulldog, in particolare per quanto riguarda i problemi legati alla Riproduzione Naturale, al Parto con il Taglio Cesareo, alla Displasia, alla Sindrome Brachicefala, alle Malattie agli Occhi, per una maggiore Speranza di Vita con minori Spese Veterinarie

Bulldog Tuffnuts Snow Angel breeded by Mr. and Mrs.Thorpe

Bulldog Tuffnuts Snow Angel

Prendere ai poveri per dare ai ricchi

Bulldog Inglese

Use of inhaled medications to treat respiratory diseases in dogs and cats.

 

 

Family Pet Animal Hospital, Chicago, Illinois 60614, USA.

 

Noninfectious disorders of the respiratory tract, including laryngitis, tracheitis, bronchitis, and asthma are common problems in dogs and cats. Traditional therapies have often included corticosteroids and bronchodilators given by mouth or injection. Side effects of this form of treatment can be severe and can result in cessation of therapy. Inhaled corticosteroid drugs are not as absorbed into the systemic circulation, do not result in significant side effects, and are now the standard of care for dogs and cats with respiratory diseases that would otherwise be treated with systemic medications.

 

Use of inhaled medications to treat respiratory diseases in dogs and cats.