Bulldog: Mrs. and Mr. Thorpe, maybe the Best Bulldog Breeders of EverArgentine DogoArgentine DogoArgentine DogoArgentine DogoArgentine DogoArgentine DogoArgentine DogoDogo ArgentinoDogo ArgentinoDogo ArgentinoDogo ArgentinoDogo ArgentinoBulldog Tuffnuts Snow Angel grandsonsBulldog Tuffnuts StrikerRobin Hood Mister Les ThorpeBulldog Lord Byron and Bulldog Tully Bulldog Tully and Bulldog Robin Hood

Argentine Dogo

Dogo Argentino

 

Dogo Argentino

The Argentine Dogo (also known as the Dogo Argentino or Argentinian Mastiff) is a large, white, game-bred, muscular dog that was developed in Argentina for big game hunting.

In the 1920s in Argentina, Antonio Nores Martinez started breeding a dog intended to not only be a pet and family guardian, but also a hunting dog capable of taking on big game such as wild boar and cougars.

Martinez picked the Cordoba Fighting Dog to be the base for the breed. This breed is extinct today but was described as a large and ferocious dog that was both a great hunter and fighter. He crossed it with Great Dane, Boxer, Spanish Mastiff, Old English Bulldog, Bull Terrier, Great Pyrenees, Pointer, Irish Wolfhound and Dogue de Bordeaux. Martinez kept improving the resulting breed via selective breeding to introduce the desired traits. The first standard for the Dogo Argentino was written in 1928.

Appearance (UKC) -

The Dogo Argentino is a large, white, short-coated dog with a smooth, muscular body, displaying both power and athletic ability. The minimum height for the male is 62 cm (24.3 inches) at the withers, for the female 60 cm (23.5 inches). Maximum height is 68.5 cm (27 inches). The length of body is just slightly longer than tall, but bitches may be somewhat longer in body than dogs. The length of the front leg (measured from point of elbow to the ground) is approximately equal to one-half of the dog's height at the withers. The head is powerful with a broad, slightly domed skull and a powerful muzzle that is slightly higher at the nose than the stop, when viewed in profile. Ears may be cropped, or hang naturally, close to the skull. The relatively short tail is set low, thick at the base and tapers to a point. The Dogo Argentino should be evaluated as a hunting dog, and exaggerations or faults should be penalized in proportion to how much they interfere with the dog's ability to work.

Bulldog Inglese di Razza Pura VS Standard di Razza

In questo articolo cercheremo di comprendere le ragioni che hanno portato alla continua diffusione di notizie incomplete o false riguardanti il Bulldog Inglese e la conseguente relazione molto ambigua che, attualmente, contrappone la Razza Pura, i diretti discendenti di Rosa, con quello che dovrebbe essere lo Standard di Razza che, incomprensibilmente, non descrive la Razza Originale del Lincolnshire alla quale dovrebbe appartenere. L' altro giorno ho partecipato ad una giornata di studio organizzata da illustri Ricercatori, famosi Docenti Universitari. Ritengo che non sara stato facile, per degli scienziati, comprendere le ragioni per le quali un Cane debba essere costituzionalmente malato, senza possibilita' di intervenire efficacemente tramite la Scienza Veterinaria, se non a livello diagnostico o sintomatico, per il fatto che questi errori o patologie sono previste, anzi, prescritte nello Standard di Razza. Ritengo importante, comunque, lavorare con l' obiettivo, minimo, iniziale, della divulgazione di informazioni per quanto possibile testate e veritiere. Vorrei continuare la discussione per cercare di comprendere le ragioni che hanno portato a questa situazione ed all' attuale Standard di Razza ( Luglio del 2008 ). Alcuni siti internet, ad esempio, affermano erroneamente che lo Standard di Razza del Bulldog Inglese sia rimasto quasi invariato dal 1860 ad oggi ( a mio giudizio invariato nella apparenza, non nella sostanza ). Questa affermazione, ad esempio, risulterebbe discutibile in rapporto con i risultati delle mie ricerche. Sappiamo che Rosa, raffigurata in un famoso dipinto, era parte integrante dello Standard. Rosa appare proporzionata, con ossa leggere, collo normale, il ventre retratto, la coda lunga, le orecchie portate verso l' alto e con una linea dorsale molto arquata, inoltre i miei studi, hanno permesso di studiare il suo bellissimo movimento apparentemente piu simile a quello di un Levriero che non a quello prescritto dallo Standard attuale. Quindi lo Standard attuale non rispecchia lo Standard Originale, ma risulta ben differente. Logicamente sembrerebbe, che, in dato momento alcune caratteristiche di Rosa siano diventati difetti, mentre alcuni errori compiuti nella Selezione da certi Allevatori, probabilmente considerati inevitabili, siano diventati pregi. Cerchiamo di capire come questo sia stato possibile. Le ipotesi possono essere due:

1) tutti gli Allevatori di Bulldog in Inghilterra allevavano quello che era considerato il Cane Migliore del Mondo, Cani perfetti come Rosa, bellissimi e senza problemi di Salute, ma, per ragioni inesplicabili, se non riconducibili all' Odio, alla Gelosia oppure alla Pazzia, a Londra i membri del Kennel Club stabilivano spontaneamente e volontariamente che il Cane Bulldog ideale dovesse essere un Cane Displasico, affetto da Sindrome Respiratoria Brachicefala, che non dovesse piu essere in grado di Riprodursi o di Partorire e che dovesse morire quasi sempre per morte accidentale, in perfette condizioni di Salute, con un qualsiasi sbalzo di Temperatura, per Colpo di Caldo. Stabilirono, ad esempio, che il movimento e la posizione degli arti posteriori per essere corretti dovessero essere tali da provocare insopportabili carichi sulle articolazioni dell' Anca e del Ginocchio. Quindi i Risultati nelle Esposizioni Canine seguirono le indicazioni del Kennel Club ed i pregi divennero difetti, mentre i difetti divennero pregi, costringendo gli Allevatori Inglesi a non essere Allevatori ed i Veterinari a non essere Veterinari, per Allevare, tra mille difficolta, un Cane, volutamente ed inspiegabilmente, malato.

2) NON tutti gli Allevatori di Bulldog in Inghilterra allevavano il Cane Migliore del Mondo, un gruppo di questi Allevatori molto influente a Londra, effettuarono, per varie ragioni, Selezioni errate, Per considerazioni squisitamente commerciali questi allevatori decisero di utilizzare la propria influenza per modificare i risultati nelle Esposizioni Canine e lo Standard di Razza. Gli altri Allevatori Inglese si ritrovarono con un Cane bellissimo, ma perdente nelle Esposizioni e sempre piu' lontano dallo Standard richiesto. Gli Allevatori influenti a Londra, quindi, per essere sicuri di avere la meglio sopra un Cane nettamente superiore trasformarono via via i pregi del Bulldog di Razza Pura in difetti da evitare. Essendo, il Bulldog Originale, invincibile dal punto di vista Morfologico e, quindi, della Qualita del Movimento, il Kennel Club venne costretto a valorizzare, nello Standard di Razza e nelle Esposizioni Canine, le dimensioni della Testa , mentre gli Arti diventavano necessariamente troppo corti per giustificare il giudizio limitato al Cane Immobile osservato frontalmente. Ad esempio, considerando che Rosa porta le Orecchie alte e che nell' ultima fotografia di un Bulldog Inglese Puro, 1910, le Orecchie sono a bottone, le Orecchie divennero esclusivamente a forma di Rosa, la coda presente nei due esemplari, lunga, divenne un difetto mentre quella a cavaturacciolo, causa di tanti problemi, che, seguendo il mio ragionamento, doveva essere assolutamente assente del Bulldog Inglese venne, invece, ammessa nello Standard. Il continuo svalorizzamento delle Qualita di Movimento possedute dal Bulldog Originale contrapposto alla eccessiva valorizzazione delle dimensioni della Testa portarono inevitabilmente alla selezione di Cani Displasici o con Sindrome Brachicefala. In conclusione, dai miei studi, risulterebbe che lo Standard di Razza del Bulldog Inglese sia stato notevolmente modificato nella sostanza piu' che nell' apparenza, dal 1860 ad oggi. Queste modifiche, sostanzialmente piu' che apparentemente, perseguirebbero l' obiettivo e, comunque, andrebbero inequivocabilmente nel senso di allontanare sempre piu' il Bulldog di Razza Pura o Lincolnshire Bulldog dallo Standard di Razza per avvantaggiare il Bulldog di Londra, tutto questo, per ragioni, apparentemente, di interesse personale o, comunque, definibili commerciali senza, infatti, conseguire obiettivi puramente cinofili. Di conseguenza il mio ragionamento induce a concludere che le variazione allo Standard di Razza furono causate dalle pressioni compiute da influenti Allevatori, i quali, consci di avere sbagliato la Selezione, decisero di rimediare ai propri errori non incrociando con i migliori Riproduttori, ma effettuando notevoli pressioni al livello delle Esposizioni Canine e dei Clubs per riuscire, in questa maniera, a mantenere la gestione commerciale della Razza Bulldog a discapito dei migliori Allevatori, dei Cani e degli Acquirenti, necessitando, infine, per mantenere questa situazione, la diffusione di notizie incomplete se non assolutamente false al livello dell' opinione comune. In questa maniera gli attori, gli ideatori delle false informazioni, sarebbero gli Allevatori influenti consci di avere errato la Selezione, i principali veicoli utilizzati dovrebbero essere i risultati delle Esposizioni Canine, mentre, per quanto riguarda le occultazioni di informazioni oppure quelle parziali o incomplete, in questa categoria potremmo includere le modifiche che vennero introdotte nello Standard di Razza Originale, i principali veicoli utilizzati dovrebbero essere i Clubs.

Alimentazione Cuccioli Bulldog Inglese Orfani

 

Le cagne Bulldog Inglese forniscono ai loro cuccioli il calore, gli stimoli per le funzioni emuntorie e circolatorie, il nutrimento, le attenzioni materne e la sicurezza. Orfano è quel cucciolo che non ha accesso al latte e alle cure materne. Diverse possono essere le situazioni per cui un cucciolo Bulldog Inglese diviene orfano (es. perdita della madre al parto, non riconoscimento da parte di questa della prole, quantità e qualità di latte prodotta insufficiente), tuttavia è necessario cercare di colmare questo vuoto. I Bulldog Inglese orfani devono essere tenuti in un ambiente caldo e pulito. L’alimentazione migliore per il cucciolo Bulldog Inglese è quella fornita dalla madre, ma mancando questa la soluzione più vantaggiosa è quella di trovare una balia Bulldog Inglese, ma non è sempre possibile. Possibile alternativa è quella di nutrire i cuccioli Bulldog Inglese orfani con un sostitutivo del latte di buona formulazione. Il latte scelto deve avere una composizione più vicina possibile al latte materno. In commercio ci sono diversi tipi di latte artificiale, la maggior parte dei quali è latte vaccino modificato. Il latte del Bulldog Inglese fornisce un’elevata percentuale di calorie come lipidi, una piccola percentuale di lattosio e una percentuale intermedia di proteine. Il latte di mucca ha un contenuto calorico elevato per la componente lattosio e una quota inferiore come proteine e lipidi. Il latta vaccino come tale ha un contenuto troppo basso di energia, proteine, lipidi, calcio e fosforo per l’alimentazione di cuccioli di cane e gatto. La qualità proteica e lipidica possono essere migliorate con l’aggiunta di tuorlo d’uovo, panna o altri alimenti ricchi di queste componenti. Tuttavia nulla può sostituire il latte materno!!! L’apporto di calorie e di liquidi deve essere corretto perché i cuccioli Bulldog Inglese possano consumare una quantità di latte artificiale sufficiente per le proprie esigenze e nello stesso tempo assumere un volume di liquidi adeguato. Durante le prime settimane di vita il volume gastrico rappresenta un limite importante all’assunzione alimentare del neonato. La maggior parte dei cuccioli di Bulldog Inglese può mangiare solo 10-20 ml di latte per pasto. La quota alimentare che i cuccioli Bulldog Inglese devono ricevere è bene suddividerla in 10-12 pasti, che verranno somministrati ad intervalli regolari. Il latte artificiale andrebbe preparato fresco ogni riscaldato a 37.8°C prima di essere somministrato. Nel corso dei primi 2-3 pasti, la quantità di alimento somministrata ai cuccioli Bulldog Inglese dovrebbe essere lievemente ridotta per consentire un graduale adattamento al latte artificiale. Se infatti i cuccioli Bulldog Inglese sono ipernutriti durante i primi giorni possono andare incontro a una diarrea, che può portare a una grave disidratazione e predisposizione a infezioni fatali. Dopo ogni pasto e diverse volte al giorno la zona anale e genitale dei neonati deve essere massaggiata delicatamente con un panno umido, azione che simula il leccamento materno e stimala la minzione e la defecazione. Il peso dei cuccioli Bulldog Inglese deve essere registrato regolarmente. Quando i cuccioli Bulldog Inglese hanno 3-4 settimane di età si può preparare una pappa a base di latte artificiale e di cibo secco. Entro 6-7 settimane di età, i cuccioli Bulldog Inglese dovrebbero consumare gli alimenti secchi commerciali.

Dogo Argentino

Dogos are known for being extremely loyal and affectionate with their families and crave attention from their owners. They are excessively tolerant of children due to their high pain tolerance, derived from selective breeding to be a big game hunter. They are protective of what they perceive as their territory and will guard it without fear against any intruder. They get along with other dogs as long as they have been properly socialized, but will usually not tolerate another dog trying to assert dominance over them and might not coexist peacefully with another dominant breed of dog. However, dog aggression is not desirable in the Dogo Argentino, as it is at odds with its intended purpose as a pack hunter.

Dogo Argentinos are accomplished hunters, and are widely used today and in a variety of ways from tracking, Search and Rescue, Schutzhund training, general police work including narcotics detection, military, to family dog. They are even occasionally used as a guide dog.

Hunting

Dogos are used to hunt wild boar, also called jabali. These wild boar can weigh anywhere between 400 and 450 lbs., but can reach weights of 600 lbs. The boars are problematic because they destroy crops and orchards, kill livestock (such as calves and lamb), and are so aggressive that they often kill farmers and peasants. Not only are they extremely aggressive, they are also very fast and powerful, making them extremely difficult to hunt and kill. In Argentina, large packs of Argentine Dogos are used to track, take down, and kill wild boars. This traditional style of hunting, called “monteria criolla,” originated in the time of the European aristocracy and involves the Dogos tacking, chasing and catching the boar followed by the hunters killing the boar with a large knife.