ALLEVAMENTO BULLDOG INGLESI DI ALTISSIMA GENEALOGIA E ALLEVAMENTO BULLDOG ORIGINALE TUFFNUTS SNOW ANGEL

 

I TEST

L'età ideale per testare i cuccioli è il 49° giorno, quando il loro cervello è neurologicamente sviluppato, ma manca di esperienza.Ogni giorno che passa, il test verrà in parte influenzato da un'esperienza pregressa (di relazione con gli altri cuccioli).

I tests valutano i seguenti aspetti:

grado di attrazione sociale con gli esseri umani;
desiderio di seguire una persona;
grado di tendenza alla dominanza o sottomissione, e facilità di gestione in situazioni difficili;
grado di accettazione della dominanza da parte di una persona;
grado di accettazione della dominanza umana in posizione sfavorevole (come dal veterinario...);
desiderio di fare qualcosa per te. insieme al punto 1 e 2 danno una indicazione della facilità o meno nell'addestramento
grado di sensibilità tatto. può servire ad indicare il tipo di equipaggiamento necessario per l'addestramento
grado di sensibilità ai suoni sgradevoli (rumori, tuoni);
grado di risposta agli oggetti in movimento;
grado di stabilità alla vista di un oggetto strano.

Modalità esecutive:

il test è effettuato in un'area qualsiasi non conosciuta dai cuccioli (anche una stanza della stessa casa);
i cuccioli sono testati uno alla volta;
saranno presenti solo il valutatore e colui che esegue il test;
i cuccioli non devono conoscere colui che effettua il test;
il valutatore è una persona non interessata alla vendita del cucciolo;
il valutatore si posizionerà in modo da non ostacolare il test e non doversi muovere;
i cuccioli sono testati prima di aver mangiato;
i cuccioli sono testati quando sono nel pieno del vigore;
non bisogna testare un cucciolo che non sta bene;
i cuccioli non devono essere testati il giorno o il giorno dopo essere stati vaccinati;
conta solo la prima valutazione dei test;

PARAMETRI:

:la coda all'insù ( segno di felicità sicurezza) o all'ingiù (timidezza, incertezza) durante il test influenzeranno la valutazione;
un'indicazione sull'energia del cucciolo è fornita dal battito cardiaco (al quale è direttamente proporzionale): cuccioli con con molta energia hanno bisogno di molto addestramento e di esperienza perchè tale energia sia convogliata nella direzione voluta, ma sono i quelli in grado di fare le cose più spettacolari nelle gare di lavoro; i tests che indivano l'energia sono il 3 e 5. Un'alto battito cardiaco indica alta energia ma anche tendenza allo stress; un basso battito cardiaco indica un cucciolo meno energico e meno tendente allo stress.

TEST n.1: Socievolezza. Una persona posiziona un cucciolo nell’area del test, a circa 1,20 mt. Dall’esaminatore e poi lascia l’area. L’esaminatore si inginocchia d invita il cane ad andare verso di lui, incoraggiandolo e battendole mani gentilmente e chiamandolo. L’esaminatore deve chiamare il cucciolo nella direzione opposta a quella dalla quale il cucciolo è entrato nell’area del test.
Consiglio: Appoggiati indietro, piuttosto che sporgerti in avanti. Tieni le mani vicino al corpo, incoraggiando il cucciolo a venire verso di te, piuttosto che cercare tu di andare verso di lui.
Ecco come giudicare i comportamenti:
E’ venuto velocemente, coda all’insù, è saltato su tentando di mordere le mani-------1
E’ venuto velocemente, coda all’insù, ha raspato con le zampe, ha leccato le mani---2
E’ venuto velocemente, coda all’insù---------------------------------3
E’ venuto velocemente, coda all’ingiù, ------------------------------4
E’ venuto con esitazione, coda all’ingiù-----------------------------5
Non è venuto per niente-------------------------------------------------6

TEST n.2:Desiderio di seguire una persona
L’esaminatore si alza e si allontana lentamente, incoraggiando il cucciolo a seguirlo.
Consiglio:Assicurati che il cucciolo si accorga che ti allontani, e fai in modo che sia concentrato su di te, battendo velocemente le mani e usando incoraggiamenti verbali per ottenere che il cucciolo ti segua. Non sporgerti sul cucciolo.
Ecco come giudicare i comportamenti:
Segue prontamente, coda all’insù, va in mezzo ai piedi , cerca di morderli-1
Segue prontamente, coda all’insù, va in mezzo ai piedi-------------2
Segue prontamente, coda all’insù-------------------------------------------3
Segue prontamente, coda in giù -------------------------------------------4
Segue con esitazione, coda in giù------------------------------------------5
Non segue e va via--------------------------------------------------------------6

TEST n.3:Imposizione (grado di dominanza o sottomissione, e facilità di gestione in situazioni difficili)L’esaminatore si piega all’ingiù e gentilmente gira il cucciolo pancia all’aria e lo tiene così per 30 sec.
Consiglio: non applicare troppa forza nel tenerlo giù poiché l’obiettivo non è quello di tenerlo pancia su, bensì quello di provare la sua reazione ad essere messo in quella posizione
Ecco come giudicare i comportamenti:

Si è ribellato violentemente,si è dimenato, ha morso-------------------1
Si è ribellato violentemente,si è dimenato----------------------------------2
Si è calmato, si è ribellato, si è calmato con un po’ di contatto di sguardo-3
Si è ribellato, dopo si è calmato----------------------------------------------4
Non si è ribellato, non c’è stato contato di sguardo----------------------5
Non si è ribellato, ha cercato di evitare il contatto con lo sguardo----------6

TEST n.4: Dominanza (grado di accettazione di essere dominati da una persona)
Fai stare i cucciolo seduto o in piedi ed accarezzalo gentilmente dalla testa al posteriore, mentre tu stai di lato al cane. Guarda se ti lecca; indica una tendenza a scusarsi. Continua ad accarezzarlo sinchè non noti un atteggiamento che possa essere valutato.
Consiglio: quando ti inginocchi vicino al cane, evita di sporgerti su di esso. Il cane e l'esaminatore devono essere paralleli e guardare nella stessa direzione.
Ha saltato, raspato,mordicchiato, ringhiato.--------------------------------1
Ha saltato, raspato. .---------------------------------------------------------------2
Si è abbracciato all’esaminatore e ha cercato di leccare la faccia--3
Si è dimenato, ha leccato le mani----------------------------------------------4
Si è rigirato, ha leccato le mani-------------------------------------------------5
Si è allontanato ed è rimasto lontano-----------------------------------------6

TEST n.5: Elevazione (grado di accettazione di essere dominati in una situazione fuori dal suo controllo, come dal veterinario)
L'esaminatore prende il cucciolo con entrambe le mani, all'altezza deel petto e gentilmente lo solleva all'altezza di circa 60 cm e lo mantiene per circa 30''.
Si è ribellato violentemente, ha provato a mordere--------------------1
Si è ribellato violentemente, --------------------------------------------------2
Si è ribellato, si è calmato, si è ribellato, si è calmato-----------------3
Non si è ribellato, si è rilassato-----------------------------------------------4
Non si è ribellato, corpo rigido------------------------------------------------5
Non si è ribellato, corpo immobile-------------------------------------------6

TEST n.6: Riporto (grado di desiderio di fare qualcosa per te; insieme all’ attrazione sociale e al desiderio di seguire, danno un’indicazione del livello di difficoltà nell’addestramento)
L'esaminatore si accovaccia di lato al cane e attira la sua attenzione con una pallina di carta accartocciata. Quando il cucciolo mostra di essere interessato l'esaminatore lancia la pallina non oltre 1,20 mt. di fronte al cane, incoraggiandolo a riportare.
Rincorre l’oggetto, lo raccoglie e scappa via---------------------------------1
Rincorre l’oggetto, rimane in piedi sopra, non torna------------------------2
Rincorre l’oggetto, lo raccoglie, torna con esso dall’esaminatore------3
Rincorre l’oggetto, torna senza di esso dall’esaminatore-----------------4
Inizia a rincorrere l’oggetto, poi perde interesse-----------------------------5
Non segue l’oggetto------------------------------------------------------------------6

TEST n.7: sensibilità al tatto (è indicatore del tipo di equipaggiamento per l’addestramento)
L'esaminatore cerca la menmbrana digitale di una delle zampe anteriori del cane e la comprime dolcemente tra indice e pollice. Gradualmente incrementa la pressione mentre conta fino a 10 e si ferma quando il cucciolo tira via la zampa e evidenzia un segno di disagio.
Hai contato da 8 a 10 prima della reazione---------------------------1
Hai contato da 6 a 8 prima della reazione-----------------------------2
Hai contato da 5 6 prima della reazione--------------------------------3
Hai contato da 3 a 5 prima della reazione----------------------------4
Hai contato da 2 a 3 prima della reazione----------------------------5
Hai contato da 1 a 2 prima della reazione---------------------------6

TEST n.8: sensibilità al suono (grado di sensibilità a suoni forti o temporali)
Il cucciolo è posizionato al centro dell'area e un assistente che sta sul bordo produce un suono corposo, come quello di un cucchiaio d'acciaio sul fondo di una ciotola di metallo.
Ha ascoltato, ha localizzato il suono, ed è corso verso di esso abbaiando-1
Ha ascoltato, ha localizzato il suono, ed ha camminato piano verso di esso----2
Ha ascoltato, ha localizzato il suono, ed ha mostrato curiosità------------------3
Ha ascoltato, ha localizzato il suono, --------------------------------------------------4
Si è acquattato, ha indietreggiato, ------------------------------------------------------5
Ha ignorato il suono e non ha mostrato alcuna curiosità--------------------------6

TEST n.9: sensibilità alla vista (grado di sensibilità agli oggetti in movimento, come biciclette, bambini, ecc..)
Il cucciolo è posizionato al centro dell'area. L'esaminatore annoda un laccio ad un asciugamano da bagno lo fa muovere sul pavimento a 60 cm dal cane.
Ha guardato, si è attaccato ha morso l’oggetto----------------------------1
Ha guardato, ha messo zampa sopra ha messo la bocca sopra-----2
Ha guardato con curiosità, ha cercato di esaminare cosa fosse------3
Ha guardato con curiosità, coda giù--------------------------------------------4
È corso via dietro l’esaminatore ------------------------------------------------5
Ignora, non mostra curiosità-------------------------------------------------------6

TEST n.10 : Stabilità ( grado di reazione di spavento ad un oggetto strano)
Un ombrello è aperto a circa 1,5 mt dal cucciolo e posato delicatamente per terra
Conta da 8 a 10 prima della reazione---------------------------------1
Conta da 6 a 8 prima della reazione-----------------------------------2
Conta da 5 a 6 prima della reazione-----------------------------------3
Conta da 3 a5 prima della reazione------------------------------------4
Conta da 1 a 2 prima della risposta------------------------------------5

COME INTERPRETARE I TEST

I risultati dei tests vanno interpretati in questo modo:

Quasi tutti 1:
Forte desiderio di essere capo branco;
ha una tendenza all'aggressività contro le persone e può mordere;
dovrebbe essere assegnato ad una persona esperta che lo addestri regolar,mente e con solide fondamenta

Quasi tutti 2:
ha aspirazione di essere il leader;
potrebbe essere difficile da addestrare e può mordere;
ha molta sicurezza;
non dovrebbe essere dato ad un padrone inesperto;
inaffidabile con bambini ed anziani o altri animali;
necessita di addestramento programmato e agrandi acarichi di lavoro;
può essere un potenziale ottimo cane da esposizione in mano a qualcuno che comprenda e sappia far emergere il carattere;

Quasi tutti 3:
potrebbe essere un cane con molta energia e necessitare di molto esercizio;
affidabile con persone ed animali;
potrebbe presentare qualche difficoltà nella convivenza in casa;
necessita di addestramento dove riesce molto bene e apprende presto;
grande cane per un padrone alla seconda esperienza.

Quasi tutti 4:
il cucciolo ideale;
migliore scelta per un padrone alle prime armi;
raramente combatte per conquistare un posto nella gerarchia familiare;
affidabile con anziani e persone, va tutelato dai bambini;
con l'addestramento all'obbedienza il padrone diventerà il centro delle sue attenzioni.
un cucciolo con maggior parte di 3 e 4 potrebbe essere un pò difficile da gestire ma affidabile con bambini e portato all'addestramento. L'energia va dispersa con molti esercizi.

Quasi tutti 5:
pauroso, timido e necessità di un conduzione particolare;
scappa via al più piccolo stress;
persone , posti sconosciuti, superfici strane possono irritarlo;
spesso spaventato dai rumori e sempre dai tuoni;
al ritorno del padrone potrebbe urinare per la felicità;
ha necessità di un ambiente particolare che non cambia e dove non ci siano bambibi;
buona scelta per una coppia di anziani;
se messo in un angolo e non può scappare, può mordere;
Questo cucciolo ha bisogno di un ambiente tranquillo e stabile. L'addestramemnto di base farà acquisire confidenza.

Quasi tutti 6:
così indipendente che non ha bisogno di nessuno;
non importa se addestrato o no ha la sua personalità;
improbabile che si cri un legame;
un grande cane da guardia per posti isolati (depositi etc..);
non prendete questo cane pensando di trasformarlo in un cane da famiglia;
Evitate i cani con parecchi 6. Sono così indipendenti che non hanno bisogno di voi nè legheranno.

Qual'è il cucciolo ideale?
Se siete alla prima esperienza, e cercate un cane bello, facile addestrare:
Cercate un cucciolo che abbia pochi 3 e 4; il test sulla sensibilità al tatto è poco importante.
Evitate i cuccioli con l'1 al test n. 3 e 5.
Decidete con la testa e non col sentimento.
Prendetevi tutto il tempo per decidere.
.
ESERCIZI COMPLEMENTARI

Se possibile mettere il cucciolo in presenza di cani adulti calmi ed equilibrati
Se cerca il contatto e si mette in posizione di sottomissione (offrendo il ventre, disteso sul dorso), l’animale sta "bene nella sua pelle", è integrato nella società canina e si può pensare che sarà così anche in seno alla famiglia. Se, al contrario, rifiuta l’autorità esterna, si rischia di trovarsi con problemi di dominazione. Se evita ogni contatto, sono da prevedere difficoltà comportamentali riguardanti la paura e la timidezza.
Lasciare il cane in un luogo a lui sconosciuto e osservare le sue reazioni.
il cucciolo estroverso grida, abbaia, si gira ( reazione buona );
il cucciolo timido, inibito, resta fermo, trema, ha paura;
il linfatico si avvilisce moderatamente;
l’indipendente annusa a destra e sinistra;
il sottomesso cerca una presenza rassicurante.
Osservare le reazioni del cucciolo ai rumori (fischi, battiti di mani )
Osservare le reazioni del cucciolo. Reagisce in modo aggressivo, ringhiando? Cerca di mettersi in un angolo? E indifferente? Curioso ? cerca una presenza rassicurante? Resta prostrato dalla paura?

IL TEST DELLO SPECCHIO

Consiste nel mettere davanti ad uno specchio un cucciolo di almeno 3 mesi.
Se rimane immobile è equilibrato, anche se piuttosto audace e dominante;
Se si avvicina e poi si tira indietro, manifesta allo stesso tempo interesse e riservatezza, è tenero e gentile,
Se ringhia o fugge, è pauroso e poco socievole
Il test del giocattolo teleguidato
Se ci salta sopra, il cucciolo è di natura piuttosto aggressiva;
Se lo ignora, è indipendente;
Se va a nascondersi, è un pauroso;
Infine, se si interessa al gioco, facendo attenzione ad evitarlo quando si dirige verso di lui, è un cucciolo ben equilibrato

TEST: IL CUCCIOLO PIU' ADATTO

Lasciare il cucciolo libero in una zona a lui sconosciuta ed allontanatevi di qualche metro. Sedetevi in terra e chiamatelo con un tono di voce allegro e squillante battendo le mani

Il cucciolo:
viene immediatamente da voi, vi salta addosso leccandovi e mordicchiandovi le mani;
viene subito scodinzolando e vi salta in braccio;
si avvicina a voi con la coda bassa;
vi raggiunge con esitazione e incertezza;
non vi raggiunge.

Allontanatevi dal cucciolo, senza voltarvi né chiamarlo ed osservate le sue reazioni.

Il cucciolo:
vi segue scodinzolando e camminando accanto ai vostri piedi;
vi segue subito, a coda alta e cammina vicino;
vi segue ma con esitazione;
vi segue lentamente e quasi malvolentieri;
non vi segue.

Mostrate al cucciolo una palla di carta e successivamente lanciatela a pochi metn avanti a lui.

Il cucciolo:
le corre dietro, l'afferra e se la porta lontano per giocarci;
l'afferra, la riporta indietro e aspetta che voi la prendiate;
la insegue con esitazione, l'afferra e la porta lontano da voi;
non la rincorre ;
la insegue e poi prosegue per un'altra direzione.

In piedi di fronte al cucciolo che vi guarda, maneggiate della carta sulla sua testa in modo da provocare un leggero rumore. Dite al cucciolo "seduto" e quando esegue il vostro comando, lasciatelo giocare un po’ con la carta. Ripetete 4-5 volte.

Il cucciolo:
salta per afferrare la carta;
salta la prima volta, poi si siede, scodinzolante e osserva la carta;
si siede al secondo o terzo tentativo;
si siede , poi si distende in terra;
se ne va.

Prendete il cucciolo, accarezzategli la testa, il muso, fino alle spalle. Toccategli le orecchie e le zampe.

Il cucciolo:
vi salta addosso, leccandovi o mordicchiandovi le mani;
si crogiola delle vostre carezze, scodinzola, cerca di salirvi in braccio;
si dimena e vi mordicchia le mani;
si distende a pancia in su mostrandovi il ventre;
si dibatte per liberarsi di voi e poi se ne va.

Distendete il cucciolo in terra e fatelo girare sul fianco o sul retro. Con la mano cercate di mantenerlo in questa posizione.

Il cucciolo:
si dimena violentemente, cerca di mordicchiavi, piange;
tenta di liberassi ed emette guaiti;
si ribella poi si calma;
non si ribella, anzi si diverte;
non si ribella e manifesta lo stimolo di urinare.

IL TEST PROPOSTO DEVE ESSERE EFFETTUATO SUL CUCCIOLO DI ETA' COMPRESA TRA LE SETTE E LE NOVE SETTIMANE

Tre o più risposte "A"
Il cucciolo è un cane dominante e mostra tendenza all'aggressività. Non è indicato per chi ne acquista uno per la prima volta e per chi ha scarsa personalità. Si tratta di un cucciolo che ha bisogno di un padrone adulto, rigoroso esperto. Addestramenti e metodiche troppo forti possono causare in questo cane reazioni aggressive e violente. Crescendo potrebbe manifestare problemi di comportamento

Tre o più risposte "B"
Questo cucciolo tende ad essere autonomo e dominante. Adatto per padroni che hanno avuto altri cani.

Tre o più risposte "C"
Questo è un cane adatto per la vita domestica, per le famiglie con bambini, con persone anziane o persone che per la prima volta acquistano un cane. E' adatto all'addestramento al quale risponde con ottimi risultati.

Tre o più risposte "E" o combinazioni di "D" + "E".
Si tratta di un cane antisociale e timido che in alcune situazioni potrebbe anche rivelarsi aggressivo.

 

L'APPROCCIO ALLA CUCCIOLATA

Avvicinatevi alla cucciolata, o al cucciolo se questo è isolato, piegatevi sulle ginocchia a un metro da esso chiamandolo gentilmente per farlo venire a voi. Come si comporterà il cucciolo:

1. E' prudente ma curioso e si avvicina a voi con movimento non contratto, scodinzolando: condotta normale

2. Corre da voi, vi sale sulle ginocchia con la coda alta, scodinzolando, e tenta di mordicchiarvi le scarpe: questo cucciolo potrebbe sviluppare un carattere dominante.

3. Il cucciolo corre verso di voi ed impedisce agli altri di avvicinarsi al vostro contatto: questo cucciolo potrebbe più avanti sviluppare la tendenza ad aggredire altri cani.

4. Il cucciolo è timoroso, rimane a distanza e non risponde al vostro invito, se vi avvicinate si allontana e si mette in un angolo con la coda bassa: questo cucciolo potrebbe sviluppare delle fobie di tipo ansioso

5. Il cucciolo ai vostri richiami reagisce poco e sembra inespressivo: rischia di sviluppare forme depressive e mancanza di attaccamento

6. Si avvicina, corre, salta, è in movimento continuo, nulla lo ferma e sembra infaticabile: questo cucciolo manifesta tendenze iperreattive.

Questo breve quadro ci potrebbe permettere di individuare a quali persone i cuccioli con diversi comportamenti si potrebbero adattare. Fuori di dubbio che il cucciolo 1 si adatta bene a diventare un buon cane da compagnia. Il numero 2 ha molte potenzialità a diventare un animale sportivo, tuttavia dovrebbe essere affidato ad una persona autoritaria. Il numero 3 è un cucciolo che potrà diventare un buon cane da guardia ed essere addestrato alla difesa. Il numero 4 è un animale che evidenzia un atteggiamento timoroso e schivo e avrà quindi la tendenza a sviluppare un rapporto di esclusività, legandosi ad una sola persona. Il numero 5 potrebbe adattarsi a persone anziane che accettano la presenza dell'animale pur mantenendo un certo distacco da esso. Infine il numero 6 ha tutte le caratteristiche per diventare un eccellente sportivo che necessita quindi di un proprietario amante dell'attività fisica e può prestarsi bene per l'addestramento alle prove di agility . Queste considerazioni hanno un valore solo indicativo, troppe infatti saranno le variabili che condizioneranno nel tempo lo sviluppo comportamentale di ogni singolo cucciolo. Pur tuttavia, sarebbe importante osservare l'animale più di una volta per valutarne il comportamento in situazioni differenti, quando è stanco di giocare, quando è affamato o dopo il pasto, durante il gioco. In ogni caso sarà molto importante che doniate ad ogni singolo cucciolo le stesse possibilità senza farvi influenzare dai sentimenti.


L'ORDINE GERARCHICO ALL'INTERNO DELLA CUCCIOLATA

Dovrete cercare di stabilire se all'interno della cucciolata esiste un ordine gerarchico. Sarà sufficiente osservare le lotte tra i cuccioli, qual è il primo ad attaccare, quello più soggetto agli attacchi dei fratelli e che tenta di fuggire, quello che per primo afferra il biscotto, o meglio ancora l'osso che offrite (sempre con il consenso dell'allevatore). Dovrete ricordare che la gerarchizzazione nei confronti dell'alimento o di un oggetto è:
del 25% all'età di 35gg.
del 50% all'età di 80gg.
Naturalmente non ci si dovrà attendere di osservare una gerarchizzazione completa e lineare intesa come dominante/dominato e situazioni intermedie. In ogni caso se vi succederà di osservare un cucciolo che sembra dominare tutti gli altri, li aggredisce, controlla i loro movimenti, ruba i loro giocattoli o l'alimento, domandatevi se è il caso di scegliere un cucciolo del genere. Indubbiamente è già dotato di una certa personalità ed è molto sicuro di sé; richiederà perciò un certo grado di conoscenza ed esperienza per educarlo.

TEST SENSORIALI

IL TATTO

Accarezzate e grattate il cucciolo, queste manualità dovrebbero essere molto gradite dal cucciolo. Pizzicategli la pelle gentilmente, dovrà accettare questa prova senza piangere (attenzione all'ipersensibilità da dolore) e senza reagire in modo aggressivo.

L'UDITO

Avvicinatevi al cucciolo, fate del rumore con un mazzo di chiavi, arrotolate un foglio di carta, fate schioccare le dita: tutto questo dovrebbe destare l'attenzione del cucciolo.
L'assenza di ogni reazione a questa operazione potrebbe essere attribuibile ad un problema di sordità congenita (presente in alcune razze) o ad una forma di disinteresse, probabile preludio a comportamenti depressivi.
Il cucciolo fugge, si impaurisce, questi comportamenti potrebbero evocare un problema di ipersensibilità ai rumori, con possibili sviluppi di forme d'ansia e fobie.
Un piccolo sussulto seguito da un'esplorazione delle origini del suono è un comportamento normale.
L'assenza del sussulto associato ad un'esplorazione dell'origine del suono è un segno di una buona tolleranza ai rumori.

VISTA

Procuratevi una pallina colorata e fatela scorrere davanti al cucciolo, un fazzoletto colorato e agitatelo (ricordatevi di utilizzare oggetti possibilmente di colore verde o blu, evitando il rosso in quanto il cane percepisce poco questo colore). I movimenti di questi oggetti dovranno attirare l'attenzione del cucciolo.

REAZIONE DI INIBIZIONE AL PIZZICAMENTO CONTROLLATO

La madre naturalmente insegna al cucciolo l'autocontrollo al pizzicamento, lo morde delicatamente alla nuca, alle orecchie o alla faccia, si mette sopra di lui e lo obbliga ad accucciarsi. Fate la stessa cosa pizzicandogli delicatamente la nuca o le orecchie forzandolo ad immobilizzarsi ed accucciarsi.
Come reagirà il cucciolo?
1. Il cucciolo piange, dopo un "kai" si immobilizza e resta in questa posizione fin tanto che lo tenete, si dà una scrollata e viene verso di voi quando lo lasciate: questa è la reazione ideale di un cucciolo dotato di autocontrollo.
2. Il cucciolo piange, si accuccia, resta immobile ma non corre verso di voi una volta liberato, tenta di evitarvi: questa è una reazione di timore alle manipolazioni.
3. Il cucciolo piange, si dimena, non accetta di essere toccato, cerca di mordervi sempre dimenandosi: questa reazione denota una grave assenza di autocontrollo e di intolleranza alle manipolazioni d'inibizione. Questa reazione potrebbe ancora essere accettata a 50 giorni in quanto curabile, non lo sarà più dopo i 3 mesi.
4. Il cucciolo piange, si dimena, vuole mordervi, mostra i denti, urla, urina e cerca di allontanarsi da voi. È una reazione abbastanza comune nei cuccioli ansiosi e aggressivi (aggressività da paura).

REAZIONE ALLA COSTRIZIONE

Si tratta di un test importante e nello stesso tempo facile da realizzare. Sarà sufficiente mettere il cucciolo in "posizione di sottomissione", sdraiato sul dorso e mantenerlo in questa posizione trattenendolo per la cute della nuca, "senza parlare e senza accarezzarlo", nello steso tempo provate ad imitare il ringhio della madre. Come reagirà?
1. Si dibatte, cerca di reagire, e poco dopo accetta la posizione: è la reazione di un cucciolo normale ed equilibrato, raccomandato per un famiglia in cui sono presenti dei bambini.
2. Reagisce, si dimena, morde e non accetta la posizione imposta: di fronte a questa reazione bisogna fare molta attenzione in quanto quasi sicuramente si tratta di un cucciolo che ha la tendenza alla dominanza, consigliabile ad una persona preparata a gestire il rapporto con l'animale.
3. Non reagisce ed accetta la manualità: si tratta di un cucciolo predisposto alla sottomissione, raccomandato per le persone anziane.
4. Si dimena, si agita, morde, urla, urina, defeca e le sue pupille si dilatano: ci troviamo di fronte ad un cucciolo con crisi di paura e di intolleranza alle manipolazioni, che potrebbe sviluppare forme di ansia e di aggressività da paura.
Sarà in ogni caso opportuno ripete più volte il test, in quanto sarebbe inopportuno affidarsi ad una sola esperienza e nello stesso tempo il cucciolo potrebbe avere acquisito una certa confidenza con l'operatore.

TEST DI SOLLEVAMENTO

Questo test ci permetterà di trarre alcune considerazioni sullo stato gerarchico del cucciolo, prendete il cucciolo delicatamente fra le mani o in braccio e sollevatelo dal suolo. Come reagirà?
1. Accetta la posizione e rimane tranquillo: reazione di accettazione.
2. Si dimena e si tranquillizza dopo una decina di secondi: reazione normale.
3. Si dimena, si agita ma senza alcuna forma di aggressività: è una reazione tipica di un cucciolo che non ha acquisito ancora del tutto l'autocontrollo. Lo si potrà fare apprendere se ha 50 gg., e sarà importante insegnarglielo prima dei 3 mesi.
4. Si dibatte violentemente, vi vuole mordere, urla, non vuole tranquillizzarsi in questa posizione, si agita: reazione di intolleranza, di timore o di paura dell'altezza. Sarà un animale non raccomandabile ad una famiglia con bambini.

TEST DEL MORSO

Stimolate un cucciolo con uno straccio o una corda con nodi, finché egli ne prende in bocca un capo. Osservate la reazione:
1. Tira con forza, ringhia con cattiveria, ritira le labbra, tiene la coda rigida, si rifiuta di lasciare la presa: reazione eccessiva per un buon cane di famiglia, elevata la tendenza al morso, potrebbe essere un animale per un certo tipo di addestramento a livello professionistico.
2. Tira, ringhia, ma senza sollevare le labbra, agita la coda, dopo di che si disinteressa e vi lascia recuperare lo straccio: si tratta della reazione per un buon cane di famiglia.
3. Annusa lo straccio e poi si allontana : reazione ideale per un cane destinato a persone anziane.
Anche questo test sarà utile se ripetuto più volte.

L'ISOLAMENTO DEL CUCCIOLO

Lo stress di un cucciolo isolato dal gruppo è rivelatore dell'attaccamento ai fratelli o sorelle e alla madre. In questo caso potrete osservare se la vostra presenza è in grado di calmarne la crisi da stress; se questo avverrà ci sono tutti i presupposti che l'animale si attacchi a voi. Come procedere?
Semplice, il cucciolo verrà isolato in un posto a lui sconosciuto insieme a voi o ai vostri familiari.
1. Il cucciolo si ritira in un angolo, si accuccia, rimane indifferente: il rischio può essere l'assenza di attaccamento e la depressione.
2. Il cucciolo guaisce, piange, cerca di trovare la madre e i fratelli, senza interessarsi a voi. Se voi lo stimolerete al contatto ed egli accetterà, si tratterà di un cucciolo destinato a sviluppare un corretto rapporto con l'uomo.
3. Il cucciolo è irrequieto, abbaia, urla, non accetta assolutamente il vostro contatto. In questo caso si dovrà sospettare una forma di scarsa socializzazione. Il cucciolo comunque potrebbe legarsi a voi ma potrebbe avere una scarsa socializzazione con le altre persone.
4. Il cucciolo guaisce, piange un momento per acquietarsi al vostro contatto gradendo le vostre parole rivolte a lui dolcemente. Sarà un animale che non avrà problemi di attaccamento.

IL TEST DI RIPORTO DELL'OGGETTO

Dovrete prima attirare l'attenzione del cucciolo, dopodichè lancerete un oggetto (una pallina morbida, un pelouche…) a due metri da lui, permettendogli di vedere la traiettoria del lancio. Cosa farà?
1. Rincorre l'oggetto, lo prende in bocca e al vostro richiamo corre verso di voi: è la reazione ideale per un futuro cane da riporto.
2. Rincorre l'oggetto, lo esplora, lo annusa, lo prende in bocca ma subito lo abbandona: se volete un cane da riporto pensateci…
3. Inizia a rincorrere l'oggetto ma poi si disinteressa. Indubbiamente vi sarà la possibilità ancora di insegnargli il riporto, ma questo comportamento molto probabilmente non fa parte della sua personalità…
Anche in questo caso come per i test precedenti è consigliabile ripetere l'operazione in momenti diversi, in quanto il cucciolo potrebbe essere distratto, addormentato o interessato ad altre cose nei vari momenti. A questo punto ho ritenuto utile proporvi una tabella riassuntiva al fine di permettervi una più veloce consultazione di quanto appena letto.

CRITERI DI VALUTAZIONE

1 APPROCCIO ALLA CUCCIOLATA Sociabilità
Cucciolo prudente, curioso, non ansioso, coda scodinzolante Equilibrato
Cucciolo attivo, tonico, coda in continuo movimento Tonico
Cucciolo attivo, aggredisce i fratelli Aggressivo
Cucciolo timido, rimane a distanza, evita il vostro contatto, postura accucciata Timido
Cucciolo poco reattivo, inespressivo Ipotonico
Cucciolo sempre in movimento Iperreattivo

2 ORDINE GERARCHICO
Il cucciolo si appropria di tutti gli oggetti, senza che gli altri tentino di evitarlo Dominante
Il cucciolo si lascia sottrarre gli oggetti senza reagire Sottomesso
Il cucciolo si impadronisce degli oggetti ma nello stesso modo li perde Equilibrato

3 TEST DELL'UDITO: Agitate un mazzo di chiavi e battete le mani
Assenza totale di reazione Sordo
Fugge, si impaurisce, si mantiene a una certa distanza Pauroso
Ha un sussulto poi cerca di ispezionare l'origine del suono Equilibrato
Esplora subito l'origine del suono senza alcun sussulto Equilibrato

4 INIBIZIONE AL PIZZICAMENTO DELLA FACCIA
Il cucciolo piange, si immobilizza ma poi viene verso di voi per giocare Equilibrato
Il cucciolo piange, si immobilizza, poi vi evita Timido
Il cucciolo, piange, si dimena, vi morde, si muove in continuazione Iperattivo
Il cucciolo piange, si dimena, vuole mordere, mostra i denti, urla, urina e vi guarda a distanza Pauroso

5 REAZIONE ALLA COSTRIZIONE
Il cucciolo si distende, si dimena poi accetta la costrizione Equilibrato
Si dimena, morde, non accetta la costrizione Dominante
Si adegua subito alla sottomissione Sottomesso
Si dimena, morde, urla, defeca, le pupille si dilatano: reazione di paura Pauroso

6 TEST DI SOLLEVAMENTO
Il cucciolo accetta di essere sollevato in modo rilassato Equilibrato
Si dimena ma si tranquillizza nel giro di 10 secondi Equilibrato
Non si tranquillizza, è tonico ma non aggressivo Iperattivo
Si dimena violentemente, vi morde, urla, non si tranquillizza Pauroso

7 TEST DEL MORSO
Il cucciolo tira con forza, ringhia, mostra i denti con la coda rigida, si rifiuta di lasciare l'oggetto Forte
Tira, ringhia, non solleva le labbra, la coda scodinzolante poi si disinteressa e vi lascia recuperare l'oggetto Equilibrato
Annusa e si allontana Debole

8 TEST DI ISOLAMENTO
Il cucciolo si ritira in un angolo, si accuccia, è indifferente Distante
Guaisce, ha paura, cerca la madre e i fratelli non interessandosi a voi Timido
Si agita, guaisce, urla, rifugge ogni contatto con voi Timido
Guaisce, si agita per qualche secondo ma corre ai vostri richiami dolci Equilibrato

9 TEST DEL RIPORTO
Il cucciolo rincorre l'oggetto, lo prende in bocca e al vostro richiamo corre verso di voi Buono
Rincorre l'oggetto, lo esplora, lo prende in bocca per poi lasciarlo Corretto
Inizia a rincorrere l'oggetto per poi disinteressarsi Sufficiente
Non mostra alcun interesse per l'oggetto nonostante lo abbia visto lanciare a breve distanza Assente

Per concludere vorrei ricordare che i test appena proposti vogliono avere un valore indicativo relativo, che dovranno essere comunque ripetuti più di qualche volta e potranno dare alcune indicazioni predittive sullo sviluppo comportamentale futuro del cane. Con questo non si vuole ribadire che un soggetto che non risponde ai requisiti desiderati debba essere escluso dalla scelta, infatti una persona preparata e a conoscenza del comportamento della specie sarà in grado, intervenendo precocemente, nelle prime fasi dell'infanzia del cucciolo, di correggere alcuni comportamenti indesiderati, facendo sì che agendo con competenza e amore questa nuova amicizia con il cane diventi un'esperienza indimenticabile. Nello stesso tempo se affrontiamo la scelta senza alcuna preparazione, guidati da motivazioni emozionali o morfologiche, corriamo il rischio di scegliere cuccioli che inevitabilmente potranno sviluppare dei disturbi comportamentali il più delle volte molto seri, che vanno dalle forme d'ansia, all'aggressività, e che renderanno il rapporto con l'animale non gestibile e conflittuale.I test permettono di valutare ogni cucciolo nelle stesse condizioni, misurando le differenze nelle risposte. Nel valutare il cucciolo le condizioni standard del test sono però un limite, non un pregio.E’ più facile capire i cuccioli se conoscete bene i loro genitori, i nonni e persino i bisnonni. Più i cuccioli crescono, più rivedrete i loro antenati in quello che fanno, in come lo fanno. Se volete capire come saranno i cuccioli, studiate i loro genitori! Ogni cucciolo però è diverso, unico. E’ per capire in cosa si differenziano che sono nati i test

.